Brescia, debutta lo scooter sharing elettrico

me-group

A Brescia debutta lo scooter sharing elettrico. Accanto ai servizi già attivi di bike sharing (Bicimia ha 20mila abbonati) e di car sharing Brescia Mobilità (300 abbonati) da qualche giorno è possibile noleggiare gli scooter elettrici parcheggiati al Bike Point di largo Formentone dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 13. Per noleggiarli è sufficiente mostrare la patente di guida, compilare un modulo e lasciare 50 euro di cauzione che verranno restituiti alla riconsegna del mezzo. Per gli over 14 minorenni è necessaria anche una fotocopia del documento di identità di un genitore. Gli scooter hanno un’autonomia di 80 chilometri e dispongono anche di una usb per la ricarica del cellulare. Gli e-scooter sono prodotti da Me Group, una start up bresciana che ha utilizzato il Sheet Mouldin Compount, un materiale che garantisce leggerezza e guidabilità all’e-scooter. Per coloro che ne fossero sprovvisti, il Bike Point fornisce un casco su misura. I costi sono scaglionati a fasce a seconda delle durata di utilizzo: si pagano 5 euro per un’ora, 18 euro per 12 ore, 20 per 24 ore. Nel caso vengano superati i 50 chilometri di percorrenza viene applicata una maggiorazione di 0,30 euro al chilometro. Lo scooter può essere noleggiato nel week end con riconsegna al lunedì.

Fonte: ecoblog.it

NITO, un nuovo brand nella mobilità a impatto zero

Il marchio torinese ha presentato la gamma 2017 all’Eicmanews-eicma-full

Nata due anni fa, NITO (Nuova Industria TOrinese) ha presentato la sua produzione all’Eicma svoltosi di recente a Milano. L’azienda torinese è nata due anni fa con l’obiettivo di progettare, realizzare e vendere veicoli a basso impatto ambientale e a zero emissioni. Fondatore dell’azienda – che collabora fattivamente con lo IED – è Cesar Mendoza, appassionato di motociclismo che ha scelto di arrivare sul mercato con un monopattino e con una bicicletta per poi arrivare agli scooter elettrici. Secondo Mendoza il futuro della mobilità è nell’elettrico, una convinzione che il fondatore di NITO ha maturato nel periodo in cui con lo IED collaborò con la Tesla. Nel 1925 a Torino esistevano 120 piccoli produttori di moto ridottisi a 12 negli anni Cinquanta, a 2 negli anni Settanta, fino alla totale sparizione.

La produzione della linea – un mix di propulsione umana ed elettrica – verrà completata fra 10 mesi.

Quattro i prodotti di NITO:

N1 è un monopattino pieghevole con ruote da 10″ con camera d’aria personalizzabile in 24 versioni. Costa 280 euro ed è disponibile da novembre 2016.

N2 è una bicicletta pieghevole in tre posizioni (bici, monopattino o piegata trasportabile) con ruote da 20″. Pesa 12,5 kg e costa 480 euro. Disponibile da aprile 2017.

N3 è un ciclomotore con motore elettrico da 1,5 kW, pieghevole, con velocità massima di 45 km/h e un’autonomia di 50 km. Pesa 50 kg e costa 3.290 (i primi 100 verranno venduti a 2850 euro) da febbraio 2017.

NES è l’acronimo di NITO Electrical Scooter ed è, appunto, uno scooter omologato per due persone con un motore di 4 kW, una velocità massima di 45 km7H e un’autonomia oscillante fra i 75 e gli 80 km. Pesa 85 kg e il suo prezzo è di 4.750 euro.

I prodotti di NITO verranno commercializzati tramite lo shopping online sul sito dell’azienda, ma anche attraverso una rete di negozi nelle grandi città.

Foto | NITO

Fonte: ecoblog.it