#romapedaladipiù: la capitale verso la European Cycling Challenge

Due ruote, un gps e tanta forza nelle gambe: ecco quello che serve per partecipare alla tappa italiana della gara che coinvolgerà mezza Europa dal primo al 31 maggio. A partecipare non saranno solo gli atleti o i ciclisti professionisti, ma tutti gli abitanti delle grandi città che credono in una mobilità diversa378271

“Vogliamo iscriverci, vogliamo pedalare, vogliamo sfidare le altre città europee e dimostrare che Roma è finalmente pronta a dimostrare che la mobilità nuova è una realtà, non un sogno, non più un’utopia!”.
E con una frase alcuni ciclisti di Roma dal blog#romapedaladipiù lanciano il guanto di sfida al resto d’Europa. La Capitale è una città difficile per le biciclette: piste ciclabili quasi assenti, buche, macchina in doppia fila ecc. Eppure il numero dei ciclisti cresce ogni giorno di più sia perché la benzina costa troppo, sia perché ridurre l’utilizzo delle automobili sta diventando un’ urgenza per la mobilità e la salute di ognuno di noi ed i cittadini, un po’ meno (almeno per ora) le istituzioni, questo lo sanno. Ecco quindi il boom delle Critical Mass, delle ciclofficine, dei raduni e delle iniziative. I ciclisti di Roma sono pronti, non hanno paura dei 7 colli e vogliono dimostrarlo a tutti.
Ecco allora che la European Cycling Challenge, che si svolgerà per tutto il mese di maggio, diventa per i ciclisti della capitale un’occasione, non solo di dimostrare qualcosa al resto d’Europa, ma soprattutto di dimostrarla agli stessi romani che continuano a ripetere: “Roma non è una città adatta alle bici”. La gara consiste nel dotare alcuni ciclisti di tracciabilità GPS per calcolare i km percorsi durante il mese di Maggio grazie all’app Endomondo.  Al termine della sfida ogni città ha organizzato un evento pubblico per premiare i propri ciclisti. È davvero un’occasione d’oro per ricordare anche alle istituzioni che Roma ha bisogno di seri investimenti per migliorare la viabilità ciclistica che, per ora, può contare solo sul coraggio di chi sceglie la forza delle gambe al posto della benzina. Istituzioni che, per giunta, sembrano aver totalmente ignorato l’invito da parte della European Cycling Challenge a partecipare. Ai ragazzi di #romapedaladipiù che sono andati a richiedere l’iscrizione è stato infatti risposto che “La città di Roma è stata invitata ad iscriversi ad European Cycling Challenge nel mese di novembre 2013 ma ancora non abbiamo ricevuto nessuna risposta e a fine Febbraio 2014 chiuderemo le iscrizioni”.  Sono arrivati appena in tempo, ma l’ultima parola resta al sindaco Marino che dovrà scegliere se firmare, o meno, il form di adesione per far partecipare la sua città.

Per contattare gli organizzatori della gara a Roma:

Email: ecc2014.roma@gmail.com

Tel1: +39 339 3293526

Tel2: +39 329 3807928

 

Il Form di Adesione [0,38 MB]

 

 

 

Fonte: ecodallecittà