È tempo di autoproduzione: ecco come ottenere germogli freschi e nutrienti

Sì, questo è veramente il tempo dell’autoproduzione. Perché si viene limitati nei movimenti, ma anche per acquisire finalmente quella consapevolezza che ci conferma che non dobbiamo per forza dipendere in tutto e per tutto dall’esterno e da ciò che ci arriva. Impariamo allora a fare in casa i germogli, un ottimo cibo, fresco e nutriente.

È tempo di autoproduzione: ecco come ottenere germogli freschi e nutrienti

Sì, questo è veramente il tempo dell’autoproduzione. Perché si viene limitati nei movimenti, ma anche per acquisire finalmente quella consapevolezza che ci conferma che non dobbiamo per forza dipendere in tutto e per tutto dall’esterno e da ciò che ci arriva. Iniziamo oggi con una serie di suggerimenti e dimostrazioni pratiche sull’autoproduzione alimentare domestica e sull’autosufficienza energetica, per la quale ci avvaliamo della collaborazione del PeR, il Parco dell’Energia Rinnovabile, e del suo direttore scientifico, Alessandro Ronca.

Impariamo allora a fare in casa i germogli, un ottimo cibo, fresco e nutriente.

Saper far germogliare in modo giusto e corretto i semi per poi gustarli freschi, in insalata o nelle preparazioni varie in cucina è utilissimo. Ed è un modo, appunto, per autoprodurre cibo nutriente e vitale!

In questo video, Alessandro Ronca, direttore scientifico del PeR, il Parco dell’Energia Rinovabile, ci spiega come fare per ottenere ottimi germogli pronti da consumare, alimento da utilizzare in caso d’emergenza (magari chissà, visti i tempi, se siete a corto di cibi freschi…) ma anche da far rientrare, volendo, nella consuetudine. Al PeR, oltre a sperimentare, insegnare e applicare il risparmio e l’autosufficienza energetica, si affinano e e si insegnano anche le tecniche dell’autoproduzione alimentare e domestica.

Per informazioni: https://www.per.umbria.it/

Fonte: ilcambiamento.it

I 7 cibi più nutrienti e naturali per integrare l’alimentazione

Molte persone sanno bene che cibi evitare. Ma quali sono i cibi migliori per dare energia e forza? Ecco sette dei cibi più nutrienti soprattutto se si segue una dieta vegana.broccoli-620x350

Quali alimenti mangiare per stare bene? Sappiamo tutto sugli alimenti che ci possono far male o danneggiare. Sappiamo che la carne rossa fa male all’apparato cardiovascolare, che uova, formaggi e latte contengono colesterolo e grassi che possono far male alla salute e sopratutto non sono cibo per chi per scelta etica, come i vegani, sceglie di non cibarsi di cibi derivati da animali. E allora cosa mangiare per integrare comunque preziosi nutrienti come sali minerali, vitamine, proteine e acidi grassi buoni?

Ecco una lista di sette alimenti perfetti come integratori alimentari naturali.

1. Spirulina: Queste alghe sono gustose e nutrienti e si possono assumere anche sotto formato di pasticche. Hanno più antiossidanti di qualunque altri cibo, proteine e minerali tanto che è considerato un integratore alimentare naturale.

2. Cavolo: Secondo il dottor Joel Fuhrman, cavolo è il cibo più nutriente poiché ricco di minerali, vitamine, fibre e amminoacidi, così come importanti antiossidanti che riducono l’infiammazione e può prevenire il cancro. E ‘anche facile da preparare e dunque risulta essere uno degli alimenti più versatili.

3. Semi di canapa: Che cosa si ottiene quando si combinano proteine, fibre, acidi grassi essenziali, antiossidanti, aminoacidi, vitamine e minerali? Canapa, naturalmente. Questo seme facilmente digeribile è versatile, facile da usare ed estremamente gustoso, forse troppo.

4. Cioccolato:. I semi di cacao sono così nutrienti che gli scienziati non hanno nemmeno iniziato a individuare tutti i vantaggi del piccolo fagiolo. Minerali, vitamine e tonnellate di antiossidanti proteggono il cuore, la pelle, e rilasciano sostanze chimiche nel cervello che ti fanno sentire come se fossi innamorato. Attenzione però a acquistare cioccolato di primissima qualità, fondente e possibilmente proveniente da commercio equo solidale.

5. Broccoli: mamma aveva ragione, si devono mangiare i broccoli se si vuole un sistema digerente sano e diminuire il rischio di cancro. Le ricette con i broccoli sono praticamente infinite: dalle zuppe agli stufati.

6. Spinaci: Freschi o cotti, in padella o all’insalata sono davvero buoni e ricchi di tantissime sostanze preziose per il nostro organismo. Usiamoli . Fresco o cotto, sapore dolce e resistente di spinaci illumina ogni pasto.

7. Chia o Salvia hispanica: I guerrieri aztechi ci hanno lasciato una preziosa eredità con il seme di chia. Gustoso e ricco di grassi omega, proteine, ferro, potassio ​​e fibre. Il Dr. Weil sostiene che sia una scelta migliore dei semi lino perché il chia è così ricca di antiossidanti che i semi non si deteriorano e può essere conservato per lunghi periodi senza diventare rancido.

Fonte: Undreground Health