In dicembre, a Roma, gli internauti si mobilitano per donare un Natale differente ai senzatetto grazie alle proprie ricerche sul web

lilo

(Roma, 1 dicembre 2017). L’operazione “Un Sorriso Per Natale”, che avrà luogo dal 4 al 23 dicembre, è un’iniziativa del motore di ricerca Lilo.org lanciata dalla studentessa romana Federica Fusco. L’obiettivo dell’operazione è condividere un momento di scambio e convivialità con le persone senza fissa dimora della Capitale.

L’operazione inizierà il prossimo 4 dicembre con la raccolta fondi “gratuita” per finanziare regali di Natale per le persone senzatetto. Gli internauti potranno raccogliere gratuitamente il denaro semplicemente attraverso le loro ricerche sul motore di ricerca Lilo.org. Potranno inoltre lasciare dei messaggi di solidarietà sul sito dell’operazione, messaggi che verranno consegnati alle persone senza fissa dimora assieme ai regali.

La campagna terminerà il 23 dicembre. La giornata inizierà alle ore 10.40 in Piazza della Repubblica a Roma, dove i volontari del motore di ricerca solidale assegneranno differenti quartieri della città agli internauti. Il punto principale dell’operazione sarà il momento di condivisione e d’incontro, nel quale gli internauti volontari offriranno ai senzatetto i messaggi raccolti durante il mese di dicembre e dei regali scelti proprio dai senzatetto stessi. Gli internauti che desiderano partecipare all’iniziativa possono scrivere i loro messaggi ed iscriversi alla distribuzione sul sito dell’operazione Natale.lilo.org.

A Roma, più di 20 persone, tra le quali i primi utilizzatori di Lilo, hanno già risposto positivamente per condividere questo momento di solidarietà con le persone senzatetto. Il motore di ricerca Lilo lancia un appello ai romani per partecipare, attraverso piccoli e semplici gesti, ed esprimere il proprio sostegno alle persone senza fissa dimora.

La campagna Un Sorriso Per Natale è stata realizzata in altre città europee. Lo scorso anno, a Parigi, hanno partecipato più di 400 volontari e sono stati ricevuti quasi 15000 messaggi di speranza per le persone senzatetto (Operation Joyeux Noel).

 

Un Sorriso Per Natale, dal 4 al 23 dicembre 2017 – natale.lilo.org 

1.     Per partecipare gratuitamente alla raccolta fondi : utilizzare il motore di ricerca Lilo.org/it

2.     Per personalizzare la propria partecipazione : scrivere un messaggio di solidarietà sul sito; questo sarà trascritto su delle grandi buste rosse e consegnato, insieme ai regali, ad ogni persona senzatetto incontrata.

3.     Per iscriversi e partecipare all’incontro e alla distribuzione dei regali del 23 dicembre : gli internauti possono partecipare iscrivendosi direttamente sul sito natale.lilo.org/. Il team dei volontari Lilo invierà una mail con tutte le informazioni utili e li accoglierà per consegnargli le buste con i messaggi degli internauti, dividerli in coppie e definire le loro rispettive zone geografiche.

 

Per tutto dicembre, gli internauti possono seguire le ultime novità del progetto Un Sorriso Per Natale sul sito dedicato all’operazione e sulle risorse sociali di Lilo.org (Facebook).

Per saperne di più su Un Sorriso Per Natale, cliccare qui

Ma cos’è esattamente il motore di ricerca Lilo.org?

Lilo.org ha l’obiettivo di diffondere la pratica di un web più etico, grazie ad un modello economico responsabile che finanzia progetti sociali ed ambientali. Durante tutto l’anno, questo motore di ricerca riversa il 50% dei propri profitti a progetti sociali e ambientali, attraverso un’apposita piattaforma. Ad ogni ricerca su Lilo.org, l’internauta guadagna una goccia d’acqua, simbolo del denaro genato con la propria ricerca e simbolo del motore di ricerca Lilo. L’internauta potrà in seguito donare le proprie gocce d’acqua ad uno o più progetti di sua scelta, classificati in quattro categorie: ambiente, sociale, salute, cultura. La Fondazione Slow Food per la Biodiversità che realizza 10 000 orti in Africa, rispettando la biodiversità e la cultura locale e promuovendo cibo buono, pulito e giusto per tutti o Made In Carcere che dona una seconda possibilità alle detenute e una seconda vita ai tessuti, sono esempi di azioni utili che Lilo ha deciso di sostenere dietro a “dei semplici click”. Dalla sua creazione in settembre, circa 90 000 ricerche mensili permettono di finanziare già 6 progetti in Italia.

Per saperne di più sul motore di ricerca solidale Lilo, cliccare qui

Per saperne di più sui progetti sostenuti da Lilo, cliccare qui

https://www.lilo.org/it/

https://www.facebook.com/Lilo-2071872019708188/

Fonte : 5minutiperlambiente.wordpress.com

 

Natale: attenzione alle piante tossiche per gli animali

Il Natale è oramai alle porte e le nostre case si arricchiscono di quella magica atmosfera fatta di oggetti, luci, colori, addobbi, alberi e piante tipiche di questa festa. Se abbiamo come coinquilini cani e gatti però dobbiamo usare alcune accortezze e tenere fuori dalla loro portata le piante che possono essere tossiche! Con l’arrivo delle feste di Natale si sente maggiormente la voglia di creare quel clima ovattato e fiabesco per ricevere amici e parenti con i quali trascorreremo giorni in armonia e serenità. La magica atmosfera fatta di scintillanti luminarie, addobbi, vetrofanie, palline, candele di diverse forme e misure, oggetti di legno, metallo, feltro, tessuti e stampe dalle tonalità oro, argento e rosso, colori simboli del Natale, entra nelle nostre case, all’insegna della tradizione, per renderle calde e accoglienti. Per molti, queste feste sono decisamente il momento più atteso dell’anno, in cui finalmente poter trasformare l’ambiente domestico in un universo fantastico per sentirsi partecipi e protagonisti della festa dell’anno: il Natale. C’è una cosa però che ognuno di noi dovrebbe considerare prima di lasciarsi travolgere dalla frenesia di addobbare la casa a festa: la presenza di un cane o un gatto.article-p-f514f5cd-7d06-48d0-b414-611c6f06006e-6v50m8gkr-hsk1-284_634x356

Lo scorso anno abbiamo parlato di come proteggerli nei giorni di festa, dando poco spazio però alle piante, anch’esse simbolo del Natale, al cui richiamo sembra impossibile resistere. Cani e gatti sono creature curiose, che amano ispezionare ciò che attira la loro attenzione e, tra gli “oggetti” del desiderio, troviamo sicuramente questi organismi viventi, le piante, testimoni loro malgrado delle festività. L’albero di Natale è, con la tradizione del presepe, una delle più diffuse usanze natalizie. Mi preme fare una premessa: sarebbe opportuno usare il buon senso di comprare solo alberi finti. Ogni anno, se vi fate un giretto per i cassonetti della spazzatura subito dopo la Befana, potete trovare alberi veri, secchi o ancora vivi, gettati come qualsiasi oggetto divenuto inutile e ingombrante. Se optate comunque per l’albero vero, fate attenzione ai vostri animali, perché abeti, pini, ecc. contengono resine e oli leggermente tossici, che, se mangiati o leccati possono provocargli disturbi digestivi, nausea, eccessiva salivazione, mentre gli aghi (se abbiamo optato per un pino) possono determinare un’ostruzione gastrointestinale. In occasione delle festività è consuetudine ravvivare la casa con piante ornamentali, tra le quali la più popolare è forse la stella di Natale, che risulta essere tossica per cani e gatti. L’intossicazione può avvenire per masticazione di foglie e brattee o per ingestione della linfa color bianco latte, ricca di sostanze altamente urticanti per le mucose. Se i nostri animali mordicchiano questa pianta e ne ingeriscono davvero troppa, potrebbero comparire i seguenti sintomi: irritazione delle mucose, dello stomaco, dell’esofago, dell’intestino, nausea, vomito, diarrea, strofinamento della bocca con le zampe, tosse, respiro affannoso. Un’altra pianta che compare negli appartamenti nel periodo natalizio è il vischio, simbolo di fortuna e baci per via di una storia romantica molto antica. È molto velenosa per gli animali domestici e non (tranne merli e tordi); se ingerita in grande quantità può provargli crisi, allucinazioni o addirittura la morte quando non si interviene subito mediante trattamento sintomatico. L’assunzione in forma leggera può determinare sintomi come atassia, salivazione, diarrea, vomito, coliche e midriasi. Se abitate con animali domestici non mettete assolutamente il vischio in casa. Un’altra pianta che non manca mai, a Natale, è l’agrifoglio, simbolo di eternità e di aggressività grazie alle sue foglie sempreverdi e pungenti, usate nell’antichità per scacciare gli spiriti maligni. 20 bacche di questa pianta possono uccidere un cane! I sintomi dell’intossicazione sono vomito, diarrea, torpore, coma e morte.albero1

Se vedete che i vostri compagni a quattro zampe si comportano in maniera diversa o se si dovessero manifestare sintomi che possono farci pensare che il gatto o il cane si sia avvelenato, portiamolo immediatamente da un veterinario esperto, che conosca quali piante possono intossicare gli animali, i sintomi e i rimedi. Per un elenco completo di piante e fiori tossici per cani e gatti potete consultare questa lista fornita da American Society for the Prevention of Cruelty to Animals (ASPCA). Per far sì che il Natale sia una festa anche per i nostri animali basta usare alcune accortezze come tenere, per esempio, alcune piante lontano dal loro spazio di azione.

Fonte: http://www.italiachecambia.org/2016/12/natale-attenzione-piante-tossiche-animali/?utm_source=newsletter&utm_campaign=general&utm_medium=email&utm_content=relazioni

Gli addobbi di Natale in carta riciclata promossi da Comieco

Abeti natalizi in cartone, eco-presepi, statuine per il Natale,stoviglie, arredi, accessori e fiori da tavola: il Natale diventa ecologico con gli addobbi in carta riciclatalampade-da-tavola

Comieco, il Consorzio per il riciclo degli imballaggi a base cellulosica, presenta la nuova edizione de L’altra faccia del Macero dedicata a Feste e ricorrenze. Ci propone dunque una rassegna di prodotti ecosostenibili a base di carta e cartone riciclati che si possono usare durante i ricevimenti e i party incluso il matrimonio con bomboniere, decori, cake topper e inviti. Sono tutti prodotti confezionati con carta e cartone di riciclo, disponibili sul mercato e spesso in vendita anche on line sui siti che si trovano al termine del pdf. La prima rassegna de L’Altra faccia del macero è stata dedicata ai giochi per bambini e all’arredo in cartone riciclato.accessori-da-tavola-portacandele

accessori-da-tavola-scatolina-fiore-di-loto

 

albero-di-natale-moderno-blanc

 

alberi-di-natale-avana-2

 

albero-di-natale-bianco-2

 

albero-di-natale-moderno

 

pupi-da-presepe-2

 

pupi-da-presepe-620x350

 

Accanto agli alberi di Natale in cartone riciclato troviamo anche le decorazioni e sopratutto le stoviglie da poter usare per allestire la tavola di Natale. Molto particolari e legati alla tradizione i personaggi del presepe in cartapesta riciclata di Cartapesta Salentina che si trova a Lecce. Sono presepi artigianali che nascono dalle mani di Santino Merico. Peraltro Merico che è un artista e scultore plasma in cartapesta anche bambole, angeli, fanciulli e pagliacci, nonché proprio i pastori da mettere sul presepio di casa.

Fonte: ecoblog.it