Val Gardena, una settimana dedicata alla bicicletta dal 20 al 27 giugno 2015

Negli incantevoli scenari delle montagne patrimonio dell’Unesco una settimana dedicata a biciclette da strada e mountain bike. Da sabato 20 a sabato 27 giugno la bicicletta sarà grande protagonista in Val Gardena, la meravigliosa valle ladina, zona riconosciuta come patrimonio Unesco, che si trasformerà in un paradiso per gli appassionati delle due ruote grazie a venti di massa e gare internazionali, sia per coloro che amano pedalare sull’asfalto che per i biker che si cimentano sugli sterrati. I due momenti principali di questa settimana all’insegna delle due ruote saranno domenica 21 giugno, con il Sellaronda Bike Day, e sabato 27 giugno con la UCI Marathon World Championships Südtirol Sellaronda Hero. In mezzo ci saranno cinque giornate di eventi per tutti. Domenica 21 giugno, dalle 8.30 alle 15.30, il Sellaronda Bike Day chiuderà al traffico i quattro Passi dolomitici del Campolongo, Pordoi, Sella e Gardena dando la possibilità a tutti (e gratuitamente) di pedalarvi senza alcun tipo di promiscuità con il traffico motorizzato. Lunedì 22 giugno si svolgeranno una tavola rotonda sul Turismo eco-sostenibile e ilPanoramatour all’Alpe di Siusi, martedì 23 giugno il Sellaronda Gourmet Tour e il Dirndl & Lederhosen Party, mercoledì 24 giugno il Sellaronda E-Bike Tour e un mercato tradizionale, giovedì 25 giugno il Single Trail Tour Hero Bike & Tech Expo e la Charity Hero Fashion Night e venerdì 26 giugno la Hero Kids World Championships e la Cerimonia d’inaugurazione della Gara del giorno dopo. Sabato 27 giugno sarà la grande giornata dedicata alla UCI Marathon World Championships Südtirol Sellaronda Hero, ovvero, la gara di mountain-bike più dura al mondo. I team nazionali in rappresentanza di 50 Paesi partiranno da Selva dalle ore 07.00. Prima partiranno gli atleti (donne e poi uomini) che si contenderanno il titolo di Campione del Mondo di Mountainbike 2015, e poi gli altri atleti che parteciperanno alla Südtirol Sellaronda Hero, giunta alla sesta edizione. Due i tracciati: 84 km per 4.300 metri di dislivello o 62 km per 3.300 metri di dislivello. Le due gare partiranno entrambe da Selva di Val Gardena e si snoderanno lungo i quattro passi intorno al Sella, per poi tornare sempre a Selva.

MTB_ValGardena-620x413

Foto | Pressway

Fonte: ecoblog.it

Bike Days 2015, a Torino nove giorni di eventi dedicati alla bici

In attesa del Bike Pride e della Torino Vertical Bike tanti eventi dedicati al mondo della bicicletta. Domenica 31 maggio la partenza dell’ultima tappa del Giro d’Italia. Da sabato 30 maggio a domenica 7 giugno si svolgeranno a Torino i Bike Days, nove giorni in cui Torino, Capitale europea dello sport 2015, sarà al centro di numerosi eventi legati al mondo della bicicletta, tra sport, mobilità nuova e cicloturismo. A promuovere i Bike Days saranno due associazioni torinesi: associazione Bike Pride Fiab Torino, che da 5 anni porta in strada migliaia di ciclisti con l’omonima parata, e Verticalife organizzatrice della quarta edizione della gara di mountain bike cittadina Torino Vertical Bike. Il culmine della manifestazione sarà il weekend di sabato 6 e domenica 7 giugno con due giorni di festival dedicati alle due ruote con eventi e stand informativi in Piazza Vittorio Veneto: sabato 6 giugno, saranno presenti workshop tematici e domenica 7 giugno, ci sarà la partenza alle 9 la quarta edizione della Torino Vertical Bike 2015 e alle 15.30 della VI edizione della parataBike Pridela pedalata di 12 km aperta e accessibile a tutti. Ma, come detto in precedenza, già dal 30 maggio il capoluogo piemontese sarà al centro di eventi legati alla bicicletta. Fra questi, Explorando, il tour in bicicletta lungo il Canale Cavour da Torino a Milano, dal 30 maggio al 2 giugno, organizzato dal Parco regionale del Po e delle colline torinesi.

Il 30 maggio, partirà dall’estremità veneziana il Vento Bici Tour con tappa a Valenza il 5 giugno, a Casale Monferrato il 6 giugno e arrivo a Torino il 7 giugno.

Il 31 maggio, partirà da Torino la tappa finale del Giro d’Italia che raggiungerà Milano.

Lunedì 1 giugno, passerà da Torino The Sun Trip, il tour da Chambery a Milano con bici solari.

Sabato 6 giugno si festeggerà il quinto compleanno di ToBike, il servizio torinese di bike sharing.

Sabato 6 giugno sarà dedicato a incontri e workshop tematici per riflettere sul cicloturismo in Italia e in Europa con la partecipazione di esperti del settore e di rappresentanti delle Amministrazioni locali.bikepride12-586x330

Fonte:  Bike Pride

Foto | Davide Mazzocco

Cinque Terre, quando il sentiero vale il prezzo del biglietto

Da Corniglia a Vernazza un’ora e mezzo di cammino su uno dei litorali più belli del mondo: cinque euro il costo del biglietto. Ma noi di Ecoblog vi assicuriamo che li vale tuttiP6091990-586x355

Uno dei sentieri più belli del mondo. Un’iperbole? Per niente. Con un minimo di allenamento, dai sei anni in su, i 3,5 km che uniscono corniglia,vernazza,Corniglia e Vernazza sono una gioia per il corpo e per lo spirito, tanto per gli amanti della montagna che per quelli del mare. La costa è avara di spiagge e, allora, in questa parte che è il cuore delle Cinque Terre, l’attrattiva si sposta sul lato escursionistico-contemplativo. Fra Corniglia e Vernazza, logicamente, ci si può bagnare, ma la priorità e nell’ammirazione di panorami mozzafiato che il sentiero 2 del Parco Naturale delle Cinque Terre istituzionalizza tanto da richiedere un ticket giornaliero a chi lo percorre da Corniglia a Vernazza. Questo segmento fa parte del sentiero numero 2 di 12 km che parte (a nord) da Monterosso, per proseguire (verso sud) a Vernazza, Corniglia,Manarola e Riomaggiore. Tante sono le agevolazioni e le facilitazioni che si possono ottenere con l’acquisto della Cinque Terre Card: con la tariffa standard si ha accesso al sentiero Corniglia-Vernazza e ai musei locali e tre ore di noleggio gratuito di una mountain bike. Dagli 80 metri di Corniglia, piccolo dedalo di carrugi adagiati su uno sperone di roccia, ci si addentra nella vegetazione attraversando uno lo splendido Ponte del Canale (nella foto) che sovrasta il Rio della Groppa. Da qui si inizia a salire su di un percorso abbastanza impegnativo che richiede buon allenamento e calzature adatte all’escursionismo.P6091975-586x373

Camminando fra gli ulivi si raggiunge un punto panoramico a strapiombo sulla spiaggia di Guvano: il punto ideale per immortalare in una foto Corniglia e Manarola. Il sentiero è un via vai di stranieri, inglese, tedesco e francese sono le lingue più parlate di questa babele escursionistica. Raggiunti i 208 metri della quota più alta s’inizia a scendere fra gli ulivi e facili rampe di gradini e gradoni. Chi non fosse abituato a camminare nei sentieri sappia che il sentiero rispetta tutti i criteri di sicurezza e ha numerosi mancorrenti per affrontare le discese più impegnative per le articolazioni. Dopo aver attraversato gli uliveti e alcuni vigneti ci si trova al cospetto di Vernazza, con la Torre del Castello Doria che domina sulle colorate abitazioni di questa splendida baia. L’epilogo in scalinata è verso il borgo più noto delle Cinque Terre che, dopo la terribile alluvione del 25 ottobre 2011, ha saputo rimboccarsi le maniche e ripartire. Per chi voglia muoversi in treno saltando fra i vari borghi delle Cinque Terre esiste un ticket da 10 euro che permette di usufruire di tutti i treni locali che transitano sulla costa. Se poi ci aggiungete le specialità di una cucina capace di coniugare la forza dei sapori con la leggerezza degli ingredienti il quadro è completo e il week end assicurato. Una raccomandazione: non dimenticate gli scarponcini e, se ci siete abituati, i bastoncini. Il divertimento è assicurato.

Per ulteriori informazioni Cinque Terre Card

Fonte: ecoblog

 

Festival della Ruralità: 5 giorni per scoprire il Parco nazionale dell’Alta Murgia

Dibattiti, degustazioni, visite guidate, escursioni in mountain bike, concerti, escursioni a piedi e laboratori didattici nel più grande parco rurale d’ItaliaNecropoli-di-San-Magno-Ph.-Cosmo-Mario-Andriani-586x266

Dibattiti, degustazioni, visite guidate, escursioni in mountain bike, concerti, escursioni a piedi e laboratori didattici nel più grande parco rurale d’Italia. Scatta domani, mercoledì 8 maggio, la prima edizione del Festival della Ruralità che si terrà nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, vale a dire nel più grande parco rurale d’Italia e uno fra i più grandi d’Europa. L’idea alla base della manifestazione è quella di una convivenza non conflittuale fra l’attività umana e l’ambiente:

Diversi anni fa siamo partiti dall’idea di un Parco come corpo vivente e non un sarcofago che contiene la natura mummificata, intangibile. I nemici del Parco sollevavano il problema che fosse un freno allo sviluppo economico, mentre scopriamo che nella pancia del Parco c’è la campagna e quel tipo di agricoltura, intesa come antropizzazione della natura che può diventare ricchezza. Questo festival è l’esibizione di un’idea moderna ed evoluta del Parco ed è un’intuizione destinata a diventare una scuola e molto più di una sperimentazione. I 13 Comuni dovranno predisporsi ad essere i protagonisti e non più i convocati. Il Parco ha un potenziale economico, civile, rurale, ancora tutto da esplorare,

ha spiegato il governatore della Regione Puglia Nichi Vendola nella conferenza stampa della manifestazione. L’agricoltura, insomma, non dev’essere un museo, né essere declinata al passato: l’agricoltura è presente e futuro. Da mercoledì 8 a domenica 12 maggio i comuni di Andria (apertura ufficiale mercoledì 8 maggio alle 17 a Castel del Monte), Cassano delle Murge, Gravina in Puglia, Corato e Altamura saranno animati da dibattiti, degustazioni, visite guidate, escursioni in mountain bike, concerti, escursioni a piedi, laboratori didattici. L’evento consentirà di scoprire le antiche masserie che contraddistinguono l’altopiano delle Murge e lo splendore di un monumento inconfondibile come Castel del Monte. Divulgare la cultura della ruralità è fondamentale per riallacciare il dialogo fra centri urbani e agricoli, per far comprendere che il parco non è solamente un ente di tutela del paesaggio e della biodiversità, ma è presupposto per creare sviluppo nei settori dell’agricoltura, dei beni culturali e del turismo. Nell’ambito della manifestazione verrà presentato un bando pubblico per 1,8 milioni di euro da destinare alle aziende del Parco per finanziare la protezione e la salvaguardia. L’obiettivo è fare del Parco nazionale dell’Alta Murgia un vero e proprio modello di ecoturismo legato a natura e cultura. Per tutte le informazioni sul programma della manifestazioni è possibile consultare il sito del Parco Alta Murgia, nel quale fino alle 20 di sabato 11 maggio è possibile giocare a Pacman e vincere un soggiorno per due persone in una struttura ricettiva della zona.JAZZO-DEL-DEMONIO-ph.-Mariano-Fracchiolla-586x439

Fonte:  Parco Nazionale dell’Alta Murgia