La Calcina: la nuova vita in montagna di una famiglia tra erbe aromatiche e officinali

Un’azienda agricola a conduzione familiare che punta sulla produzione di erbe biologiche: questa è la storia di Chiara e Simone e del loro sogno diventato realtà, La Calcina. Un racconto di amore per la montagna e di rispetto per la natura.

Torino – In una piccola borgata nella montagna di Condove, a 650 metri di altitudine, in Val di Susa, nasce nella primavera del 2016 l’azienda agricola La Calcina, un sogno a occhi aperti a cui Chiara e il marito Simone sono riusciti a dare vita. «Coltiviamo circa seimila metri quadri di terreno – ci racconta Chiara – ubicati sia nelle terre intorno a questa borgata, Borgata Calcina, sia in un’altra, dello stesso paese ma in una zona più elevata, a 1000 metri. Produciamo erbe aromatiche e officinali, delle quali abbiamo circa una quindicina di varietà. Disponiamo di un laboratorio, dove le trasformiamo, essicchiamo, setacciamo, trituriamo e infine confezioniamo a mano, in barattolo o in bustina».

La zona che circonda La Calcina è costellata di campi di melissa, lavanda, echinacea, calendula, escolzia, malva, piante che vengono essiccate a bassa temperatura per poi produrre varie tipologie di tisane. Vengono inoltre piantate erbe aromatiche come ad esempio la santoreggia, il rosmarino, il timo, l’origano e la salvia, per dare come frutto sali aromatici, con il sale proveniente dalle saline di Mothia, e diversi altri condimenti. È presente anche la coltivazione di aglio, cipolle e peperoncino per offrire un dado vegetale naturale. Infine, viene distillata la menta piperita, da cui si ottiene l’olio essenziale che permette la produzione dello sciroppo di menta.

Foto di Giuliano Berti

«Abbiamo comprato casa nella Borgata Calcina nel 2015 – ci svela Chiara – e ci siamo venuti a vivere nell’estate dell’anno successivo, quando il figlio più piccolo aveva un anno. Prima di trasferirci io facevo un altro lavoro, mentre mio marito ha mantenuto il suo. Vivevamo in un altro paese a nord di Torino ma avevamo il forte desiderio di trovare un’abitazione in montagna, in un ambiente totalmente naturale, dove poter mettere in piedi un progetto agricolo di lavoro con la terra, a cui da tempo ci stavamo pensando».

Dopo aver cercato più zone papabili dove poter iniziare una nuova vita, Chiara e Simone, insieme al figlio minore, Teo, e alla figlia maggiore, Arianna, sono approdati nel comune di Condove, in una borgata costituita da sole sei abitazioni. Nella zona, circondata da boschi e pascoli, tra le valli dei torrenti Sessi e Gravio, si è stabilito anche il fratello di Chiara, poco dopo il loro arrivo, diventando una risorsa importante nella vita di tutti i giorni, per le attività di presidio del territorio, di sistemazione e di raccolta di legna per scaldarsi.

Foto di Giuliano Berti

«Abbiamo scelto come settore quello delle erbe officinali per via del territorio in cui ci troviamo – riprende Chiara –, è una coltura che viene bene ed è anche molta richiesta. Inoltre vari turisti che passano per le nostre zone ci vengono a trovare incuriositi e vanno a vedere il nostro laboratorio e i campi». Il modo di coltivare presso La Calcina è in stretta armonia con la natura. Vengono seguiti i principi dell’agricoltura biologica e non vengono utilizzati né antiparassitari né fertilizzanti chimici. Per aiutare le piante a lottare contro i parassiti e a rafforzare le loro difese, usiamo macerati di nostra produzione e prodotti fitoterapici naturali.

Tutto questo amore per la montagna e tutta la dedizione spesa per dar vita e portare avanti La Calcina, si scontrano purtroppo con un grosso problema, ovvero quello dell’assenza di una strada. Quella più vicina dista ben 500 metri ed è collegata alla borgata attraverso un sentiero. Questo viene percorso da Chiara e Simone per portare i figli a scuola, per andare a fare la spesa, per lavoro e per spostare i prodotti, che necessariamente vengono trasportati sulle spalle o sulla motocarriola. Per percorrerlo servono intorno ai dieci minuti, che possono duplicarsi se ci si ferma ad ammirare le bellezze che la Val di Susa propone giorno per giorno.

Foto di Giuliano Berti

«Far partire e crescere un’azienda non è facile, soprattutto in un contesto del genere, dove manca la strada. Non avevamo un’entrata da questo lavoro accettabile inizialmente, dunque abbiamo dovuto un po’ crederci e basarci su un solo stipendio, quello di mio marito, per poter mettere in piedi questo progetto di famiglia». Chiara ci racconta così le difficoltà che La Calcina all’inizio ha dovuto affrontare. Difficoltà che si sono ripresentate durante il lockdown, nel periodo in cui vari negozi, attraverso i quali venivano venduti una buona parte dei loro prodotti, sono stati chiusi. Fortunatamente questo momento è durato solamente pochi mesi. «Con la riapertura nella primavera dello scorso anno, la situazione è migliorata. Di anno in anno stiamo aumentando la nostra clientela e stiamo piano piano crescendo».

Più che a un lavoro, il tempo dedicato quotidianamente da Chiara e Simone alla loro azienda agricola è legato a una passione, un progetto di vita che ha preso forma, al quale dedicare anima e corpo. Il rispetto per l’ambiente e l’amore per la natura sono elementi fondanti dell’agricoltura biologica su cui si fonda La Calcina, testimoniato anche dalla certificazione bio ottenuta nel 2018. Un esempio di come si può vivere in armonia con la bellezza che ci circonda, senza danneggiarla, coltivando e trasformando erbe da cui produrre utili e preziosi beni.

Fonte: https://www.italiachecambia.org/2021/10/la-calcina-nuova-vita/?utm_source=newsletter&utm_medium=email

9 piante aromatiche che crescono anche senza la terra

Che ne dici di portare nella tua cucina più freschezza usando erbe aromatiche per la decorazione e, naturalmente, nel cibo? Che cosa succede se questo, oltre ad essere pratico, può anche essere molto bello? Impara come coltivarle solo con acqua, senza terra, in ordine di vasetti e con un aspetto super pulito, direttamente nella tua cucina.

Come piantare erbe aromatiche in acqua

Prima di iniziare la nostra lista delle migliori erbe per questa piantagione, vediamo insieme come farlo:

-Sterilizzare il vaso di vetro, la bottiglia o la bolla di vetro con alcool puro o, se si riesce a maneggiare il vetro, con acqua bollente;

-Versare l’acqua dal lavandino nella brocca. Se la qualità dell’acqua non è buona, come l’acqua salmastra, utilizzare il minerale;

-Taglia 1 cm dalla base dell’erba e mettilo nella pentola;

-Lavare la bottiglia una volta alla settimana, rinnovando l’acqua ogni volta che è necessario;

-Se vuoi che le radici escano più velocemente, metti un po ‘di acqua tiepida, alcuni pezzi di salice e lascialo durante la notte. Al mattino, cambia l’acqua nella pentola per questo.

Piante aromatiche che crescono in acqua

Scopri ora quali sono le migliori erbe aromatiche da coltivare in contenitori con acqua.

1. Rosmarino

Al rosmarino piace il sole, quindi lascialo vicino alla finestra. La sua base, più legnosa, richiede tempo per attecchire, ma quando lo fa, i suoi germogli entrano rapidamente con piena forza.

Piante aromatiche perenni: il rosmarino è senza dubbio un attore fondamentale della nostra cucina e della nostra fitoterapia

2. Salvia

Il momento migliore per piantare la salvia è la primavera. Tagliare la posta in gioco e metterla in acqua. Ama la luce ed è molto incline alla muffa, quindi mettila anche vicino alla finestra.

3. Menta

Super facile da coltivare, basta mettere le talee di menta nell’acqua e attecchirà. È molto bella e aromatica, ricca di mentolo che dona una sensazione di freschezza a pelle e lingua. Ideale per succhi e altre ricette.

La Menta è una Pianta Aromatica che possiamo utilizzare sia in cucina che al bar con grande gusto e freschezza.

4. Dragoncello

Se il tuo obiettivo è usare il dragoncello nelle insalate, fai crescere il russo, ma se è solo per condire, scegli il francese. Per coltivarlo, metti alcuni gambi in acqua vicino alla finestra che presto attecchiranno.

5. Basilico

Anche ilbasilico attecchisce facilmente, basta mettere le talee nell’acqua, prima del periodo di fioritura, vicino alla finestra. Oltre ad essere molto profumato, è molto colorato e può essere usato in numerose ricette fresche estive come il pesto alla genovese.

Piante aromatiche in casa: oltre che in vaso è possibile coltivare il basilico anche in acqua

6. Timo

Sembra bello nella decorazione, grazie alle sue diverse foglie, che sono molto ben composte con altre trame e dimensioni. Prendi le talee di timo ancora verdi, preferibilmente in primavera, e mettile in acqua. Quando nascono le radici, tagliare il paletto per stimolare i germogli.

7. Origano

Molto semplice da coltivare, attecchisce facilmente, essendo un piacere nelle ricette e molto delicato nella decorazione, l’origano è uno dei protagonisti della nostra cucina, ed è molto utilizzato sulla pizza!

8. Melissa

Questa pianta è un incanto! Oltre a scacciare insetti indesiderati e ad attirare farfalle e gatti, produce un tè rilassante meraviglioso e porta bellissimi e delicati fiori bianchi.

Taglia gli steli in primavera e mettili nell’acqua vicino alla finestra. Dopo un mese, le radici si svilupperanno. Lascialo vicino alla finestra e ricorda di cambiare sempre l’acqua.

Erbe aromatiche in casa: la melissa è ottima anche per fare tisane rilasanti

9. Stevia

Sì, questo dolcificante è fatto da queste foglie e puoi coltivarlo a casa. Metti delle puntate nell’acqua vicino alla finestra. Se lo desideri, puoi usare le foglie di stevia anche in tè e succhi di frutta.

Guarda il video – in Spagnolo

fonte: ambientebio.it