Conto alla rovescia per la Giornata Mondiale dell’Acqua

Il 22 marzo è il World Water Day, Giornata mondiale dell’acqua. Una festa in tutto il mondo, dedicata all’acqua. Un appuntamento deciso a Rio nel 1992 e avviato un anno dopo sotto l’egida delle Nazioni unite. Anche in Italia le società e gli enti pubblici si stanno organizzando per festeggiare al meglio la giornata. Ecco un primo elenco di inziative. Nei prossimi giorni, forniremo altri aggiornamenti 

374229

Torino – In occasione del 22 marzo Smat, l’azienda del servizio idrico torinese, premierà i Comuni soci che più di altri si sono distinti nella promozione dell’acqua pubblica a partire dalle quantità distribuita dai Punti Acqua Smat presenti nei vari comuni. Il Premio, “denominato Acqua Smat 2013”, si suddivide in tre sezioni, in relazione alla dimensione del comune: sezione 1 per i comuni al di sotto dei 2 mila abitanti, sezione 2 per i comuni da 2 a 10 mila abitanti; sezione 3 per quelli di classe superiore ai 10 mila. Il premio sarà di 2 mila euro, finalizzati a sostenere le spese di funzionamento dei punti acqua comunali. Roma – L’Istituto nazionale di economia agraria del ministero delle Politiche agricole (Inea) partecipa alle iniziative della Giornata mondiale dell’Acqua con l’organizzazione, il 22 marzo, di un workshop internazionale dal titolo “Share Water Save Water. Cooperate for a new water culture“, che si terrà a Palazzetto Mattei a Villa Celimontana a Roma. L’evento è realizzato con il patrocinio della Commissione nazionale italiana per l’Unesco, del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, di Roma Capitale, della Società geografica italiana e dell’Università degli studi di Napoli Federico II°. Il workshop affronterà temi quali l’ottimizzazione dell’uso dell’acqua nelle aree a scarsa disponibilità e il riutilizzo irriguo dei reflui ai fini del risparmio idrico e dell’adattamento dell’agricoltura ai cambiamenti climatici. Partendo dalla consapevolezza che un uso razionale e sostenibile delle risorse idriche può essere realizzato solo a seguito di un cambiamento culturale comune, il workshop si propone di coinvolgere l’opinione pubblica nel dibattito e in particolare le nuove generazioni attraverso l’uso dei social network. L’iniziativa intende sottolineare l’importanza cruciale dell’acqua nei processi di sviluppo sostenibile, inclusa l’integrità dell’ambiente e l’eliminazione della povertà e della fame. Cesena – Il Gruppo Hera, la multiutility che opera in Emilia Romagna e in altre aree dell’est del Paese nei settori gas, energia, acqua e ambiente, il 23 marzo apre i suoi impianti ai cittadini. Sarà così possibile visitare, prenotandosi (www.gruppohera.it), la centrale di potabilizzazione di Val di Setta e il depuratore di Cesena, cioè quelle che Hera chiama le “fabbriche dell’acqua”. Su tre turni, a partire dalle 9,30, potranno entrare 25 persone per volta.
“Vogliamo raccontare ai cittadini – ha detto Maurizio Chiarini, amministratore delegato del Gruppo Hera – quanto facciamo per l’acqua. La Giornata mondiale dell’acqua è un ottima occasione per ribadire il nostro impegno per una gestione della risorsa idrica responsabile, efficiente e rispettosa dell’ambiente, che ci ha portato a investire in Emilia-Romagna circa 850 milioni di euro nel ciclo idrico negli ultimi 10 anni. Grazie a questo impegno possiamo dire di essere in una delle aree d’Italia meglio attrezzate”.

Fonte: eco dalle città