Chicza…

chicza-5-gusti

Un brand che ti fa sentire bene con te stesso. L’Etica, le Persone e l’Ambiente prima del… business.

Beati i primi…!!!

Aprire una nuova via ha sempre un sapore speciale, serve coraggio, orgoglio, si corrono grandi rischi, ma se l’intuizione è giusta e ci si muove con determinazione, con cautela ed elasticità mentale, i vantaggi possono essere enormi… anche per chi seguiranno la via già aperta dopo di noi. Nell’ultracentenaria storia dei chewing-gum il mercato è cambiato molto; certo i chewing-gum si sono evoluti, il progresso e i desideri dei Consumatori hanno prodotto nuove richieste, soddisfatte con nuovi gusti e nuove funzionalità più o meno salutari. Ma la sostanza di cui è composto il chewing-gum oggi non è più la stessa, oggi è Inquinante.

In questo mondo intriso di Polimeri del petrolio utilizzati come gomma base, biossidi come coloranti, edulcoranti chimici come dolcificanti, l’unico forte scossone arriva dal Messico dove i Chicleros Messicani, silenziosi, coraggiosi e umili, hanno avuto l’idea semplice ma geniale: riportare in auge il chicle Maya (Gomma 100% naturale) creando dalla A alla Z il loro chewing-gum con il brand … Chicza.

Nei primi mesi del 2009 i Chicleros parteciparono alla loro prima fiera del biologico, a Londra, dove ottennero il primo premio. Di seguito in soli 6 anni e mezzo Chicza ha ricevuto ben 24 tra premi e riconoscimenti in Italia e all’estero.

Lo Staff di Ecolbio s.r.l. Azienda di Ostia,  applica la stessa filosofia, la stessa passione e umiltà dei Chicleros, distribuendo il chewing-gum Chicza in tutta Italia, Malta, Svizzera italiana a macchia di leopardo. E proprio in considerazione degli ottimi risultati ottenuti, il Consorzio Chicleros Messicano ha voluto premiare la Ecolbio s.r.l, concedendo l’esclusiva per il Portogallo e l’Albania, gratificazione che Ecolbio s.r.l. ha accettato con orgoglio.

Molta strada è stata percorsa da quando abbiamo ricevuto il primo sconfortante diniego, una frase che ha segnato il nostro cammino rendendoci più forti, più caparbi, più incisivi:

“ Un chewing-gum interessante… ma non prenderà mai piede; le multinazionali saranno sempre più forti”.

Invece non è stato così, in brevissimo tempo quella che sembrava un’utopia è diventata una realtà.

La Ecolbio s.r.l. azienda tutta italiana è riuscita a trovare valori aggiunti a Chicza, già certificata Biologica e biodegradabile al 100% ( con queste due particolari ed uniche caratteristiche era stata immessa nel mercato dai Chicleros nel 2009 ) l’azienda Italiana ha avuto alcune importanti intuizioni, applicando del resto la “nostra fantasia tutta italiana” rinvenendo nel prodotto attraverso la certificazione, le importanti peculiarità del Senza Glutine, del Senza Lattosio, del Vegan, del Kosher, intuendo e certificando che Chicza è adatta anche a pazienti nefropatici, peculiarità che hanno attirato le simpatie di altri segmenti di Consumatori. La simpatia, l’affetto e la fiducia del mercato rappresentano per noi continui stimoli per il futuro che si preannuncia ricco di altre sfide e nuovi gusti, stimoli che creano un impegno al fine di offrire sempre un prodotto sano, unico nel suo genere, sempre al passo con i tempi, aumentando nel contempo la produzione, la commercializzazione e la logistica senza rinunciare mai alla Qualità, al Rispetto per l’Ambiente e al Rispetto per le Consumatrici e per i Consumatori, da noi considerati tutti paradigmi imprescindibili, pilastri della nostro pensiero e delle nostre azioni. Mai potremo avvelenare l’Ambiente o nuocere alla Salute dei consumatori!!! Mai abbasseremo la Qualità per il vile dio denaro!!!

Chicza, il “magico” chewing-gum, che continuerà a restituire bellissimi sogni, continuerà a proteggere l’Ambiente e la Salute dei consumatori, continuerà ad alimentare il sorriso dei bambini e delle Donne Chicleros. Ci auguriamo che Chicza possa continuare ad essere un prodotto “messaggero” di positività e di sogni, sogni che rimangono l’unica cosa che nessuno potrà mai portarci via, in una società che tutto prende e poco o niente restituisce. Si, è vero, ci sentiamo tutti un po’ stanchi e sfiduciati per il futuro lavorativo, per il futuro sociale, per il futuro ambientale, ma non dobbiamo cedere e dobbiamo essere sempre positivi come Chicza.

Chicza vuole essere una fonte di ottimismo e gioia per tutti, Chicza è positiva…

 

“E’ nelle crisi che emerge il meglio di ognuno di noi,

perché senza crisi tutti i venti sono lievi brezze“.

Albert Einstein

 

Speriamo che questa citazione di Einstein possa diventare anche nostra.

Chicza, anche se non può compiacere tutti (per il gusto o per la sua durata, per la consistenza o altro, come del resto tutti gli altri prodotti in commercio) vuole comunque essere costantemente fonte di gioia, di forza e di ottimismo, per un mondo migliore e per… ognuno di noi; vi sembra uno sforzo o un’emozione da poco?

Quindi, come spesso accade in tutte le belle storie, Chicza, in Italia è partita cauta, ha inciampato come un bimbo, per poi rialzarsi e accelerare, senza esitazioni. Chicza si è fatta conoscere, Chicza ci ha messo il cuore, Chicza si è fatta apprezzare,  si è fatta… amare, è decollata provando a stimolare la pseudo-concorrenza a non inquinare l’Ambiente, rimanendo con l’animo ingenuo di un bimbo:

“Il chewing-gum biodegradabile è la soluzione del futuro” l’Ambiente e la tutela della Salute lo esigono!!!

Fonte: http://chicza.it/

 

Annunci

L’ambiente e l’ecologia fanno spettacolo in Germania con il Green Carpet italiano

Per una volta l’Ambiente è stato al centro della scena ai Green Tec Awards di Monaco di Baviera. Anche l’Italia era presente e ha portato con Econyl il Green Carpet su cui hanno sfilato i vip tedeschi

Il Green Tec Awards giunto alla sesta edizione si conferma essere un premio unico perché capace di coniugare l’ambiente al glamour. Non è una operazione da poco portare sul palco ricercatori, scienziati e aziende che si occupano di ambiente, energia e sostenibilità e festeggiarli come delle celebrità del mondo del cinema premiandoli alla presenza di un parterre di Vip. Un esempio? Il il prof. Ernst Ulrich von Weizsäcker, Co-Presidente del Club of Rome è stato acclamato come una rock star la sera del 4 maggio dal palco dell’International Congress Center München (ICM) quando ha ritirato il premio Environmental Leadership Award che gli ha consegnato Günther H. Oettinger Commissario europeo per l’Energia, per l’impegno del Club of Rome nel diffondere la necessità di una coscienza ambientale. I premi erano 14 e assegnati dopo che i progetti sono stati votati on line e poi da una giuria di 50 esperti che ha scelto tra i tre finalisti e la location entro cui si è svolta la premiazione era la Fiera di Monaco di Baviera alla vigilia dell’IFAT, la più grande Fiera dedicata all’Ambiente e alle tecnologie ambientali d’Europa e che si svolge anche in Turchia, Cina e Africa. Dunque ecco che i Green Tec Awards assumono un peso decisamente interessante e vero evento per la Germania ma poco conosciuti in Italia, che però era presente con una sua eccellenza, l’azienda Econyl che produce nylon 6 ottenuto dalle reti da pesca recuperate dagli Oceani. La Econyl sponsor della manifestazione ha fornito il Green Carpet realizzato con il nylon 6 riciclato e solcato da tantissimi vip e celeb. presenti tra gli oltre 1000 ospiti. Gli sponsor erano tutti di grande rilievo: WILO , 50Hertz , TetraPak , Airbus, Porsche, ProSieben e WirtschaftsWoche.01-teppich041

 

Ho incrociato Franziska van Almsick ex campionessa del mondo di nuoto, la top model Franziska Knuppe, David Mayer de Rothschild attivista ambientalista, il calciatore Christoph Metzelder, Hans-Joachim Watzke Managing Director del Borussia Dortmund. Presenti anche politici di gran prestigio, come il già citato Günther H. Oettinger e poi Peter Altmaier, Capo dell’Ufficio della Cancelleria tedesca e ex ministro per l’Ambiente. Il buffet è stato vegetariano e hanno dominato verdure e ortaggi di stagione come le patate novelle e gli asparagi bianchi. E per brindare vini tedeschi e anche un prosecco italianissimo. Ma ecco di seguito i 14 premi assegnati mentre la prossima edizione dei Green tec Awards si terrà nel maggio 2014 a Berlino.

Automobility-Dente di leone per fare pneumatici

Si è aggiudicato il Green tec Awards 2014 il progetto RUBIN di Continental Reifen Deutschland GmbH che promuove la coltivazione e l’utilizzazione de denti di leone per ottenere gomma naturale. Negli ultimi anni i metodi e i sistemi di coltivazione sono stati ottimizzati e è stato possibile produrre gomma naturale di alta qualità in laboratorio dalle radici di tarassaco in laboratorio. Un impianto pilota che produce gomma naturale è attualmente in costruzione e Continental si aspetta un aumento a lungo termine della domanda di gomma naturale che corrisponde con la crescita prevista del mercato globale degli pneumatici. Spiega Andreas Topp Responsabile del lo sviluppo dei processi e industrializzazione dei pneumatici Continental:

Con il progetto Dente di leone abbiamo fatto un enorme passo avanti verso il nostro obiettivo a lungo termine ovvero rendere la produzione di pneumatici per automobili, camion e biciclette, così come i pneumatici specialistici, anche più sostenibile. Ci aspettiamo di essere in grado di produrre grandi quantità di gomma dal dente di leone con proprietà e prestazioni equivalenti alla gomma convenzionale. Di conseguenza ,saremo in una posizione indipendente dal raccolto annuale che si verifica nelle regioni subtropicali. Inoltre, un albero della gomma naturale richiede fino a sette anni di attesa prima che possa produrre gomma utilizzabile; per contro la gomma ottenuta dal tarassaco potrebbe fornire più raccolti all’anno e senza tempi di attesa.

Construction & Living – Il cemento diventa tessuto in carbonioBildschirmfoto-2014-04-24-um-18.04.44-620x350

Si è aggiudicato il premio per questa categoria il Carbon Concrete Composite (C3) sviluppato dall’Università TU di Dresda per un nuovo materiale composito di carbonio e calcestruzzo ad alte prestazioni.

Il cemento armato è il materiale più comunemente usato nella costruzione che presenta però diversi svantaggi quali il consumo eccessivo di risorse e una durata limitata tra i 40 e gli 80 anni. Dunque a rischio è la sicurezza dei ponti, ad esempio. Per questo motivo è stato sviluppato il C3 Carbon Concrete Composite da un consorzio tra università e circa 80 partner e promosso dal Ministero Federale dell’Istruzione e della Ricerca (BMBF) nell’ambito del programma “Zwanzig20” con 45 milioni di euro. In sostanza il carbonio è più stabile, forte e economico ed è stato strutturato sotto forma di tappeto da inserire in due strati di calcestruzzo. Il che consente di usare meno cemento, di renderlo più stabile e più forte e di farlo durare più a lungo. Con il nuovo cemento in filigrana dunque si pensa di ristrutturare e riparare le vecchie costruzioni in cemento armato con il vantaggio di ridurre sia il consumo energetico sia le emissioni di CO2 nella produzione e riparazione. In questo contesto è stato valutato l’impatto ambientale dei materiali da costruzione per tutto il loro ciclo di vita con la metodologia di valutazione DIN EN ISO 14040 che include le filiere di fornitura, le vie di trasporto e qualsiasi successivo riciclo da modellare (dalla culla alla tomba), per individuare le principali variabili per l’ottimizzazione ecologica ed economica.

Foto | Green Wiwo

Energy – Conservazione dell’energia rinnovabileGreenTec_Awards_2014_02-620x350

Younicos festeggia un risultato triplo: infatti il GreenTec Award 2014 è giunto dopo aver ottenuto il premio ambientale KYOCERA e il Bloomberg New Energy Pioneer Award. I berlinesi di Younicos berlinesi hanno sviluppato il progetto del primo parco commerciale per la conservazione dell’energia prodotta dalle rinnovabili in Europa. Il Battery Park di Younicoscontribuirà ad integrare più energie rinnovabili nelle reti già esistenti.
Foto | Younicos

Communication – Il Borussia Dortmund risparmia emissioni di CO2borussia-620x350

Strom09 società indipendente per la produzione di energia e la squadra di calcio del Borussia Dortmund hanno convinto la giuria con la eco campagna di comunicazione volta a risparmiare 25 mila tonnellate all’anno di emissioni di CO2. I partner dunque hanno deciso di dare il buon esempio con azioni concrete per proteggere il clima e hanno messo a punto una strategia di comunicazione orientata ai fans della squadra di calcio per convincerli a seguire le buone pratiche.

Hans-Joachim Watzke, direttore del Borussia Dortmund dice:

Il fatto che abbiamo vinto il premio GreenTec il premio ambientale più ambito in Europa, ci rende molto orgogliosi e ci incoraggia a quel fair play anche per l’ambiente.

Foto | Borussia Dortmund @facebook

Lifestyle – Le cannucce in paglia biodegradabilicannucce-bio-620x350

L’idea è stata per millenni sotto gli occhi di tutti ma a renderla una buona idea ci ha pensato Bio-Strohhalme.com che ha usato la paglia come cannuccia naturale contribuendo così a eliminare 25.000 tonnellate di rifiuti di plastica create ogni anno dall’uso delle cannucce per bevande.

Foto Trinkhalme.de & bio-strohhalme.com @ facebook

Aviation – Elettromobilità all’aeroporto di Francofortelufthansa-620x350

Il progetto si chiama E Port-On e è stato voluto dall’aeroporto di Francoforte, Gruppo Lufthansa, Fraport AG, dallo stato di Hesse e dalla Rwegione del Reno Meno che sta lavorando sulla riduzione significativa delle emissioni dei veicoli. Sponsor il Federal Ministry of Transport, Building and Urban Development. Il progetto prevede che i veicoli cje prendono passeggeri, bagagli, merci, catering, carburante altro siano elettrici.
Foto | Lufhtansa

Production – La fabbrica del futuro

Si aggiudica il Green tech Award in questa categoria la Weidmüller per il progetto Fabbrica del Futuro, ossia un sistema completo di gestione dell’energia per ottimizzare i processi di produzione industriale, tanto da ridurre del 95% il fabbisogno energetico.

Recycling & Resources – Recupero dei materiali compositisaperatec1

Saperatec GmbH è stata premiata per una innovazione tecnica che permette la separazione e il recupero dei materiali compositi. In sostanza gli imballaggi, i cartoni per bevande, i moduli fotovoltaici o le batterie agli ioni di litio hanno una cosa in comune: sono materiali compositi. Solitamente sono mandati in discarica o nell’inceneritore ma è uno spreco costosissimo essendo composti da diverse materie preziose se si potessero recuperare singolarmente, cosa che Saperatec ha fatto grazie a un suo brevetto di micro emulsione.

Water & Sewage – depurazione delle acque refluedshb

PUROO è un impianto di depurazione per le acque reflue che consuma pochissima energia, circa il il 50 per cento in meno degli attuali sistemi e sviluppato da ATB UMWELTTECHNOLOGIEN GmbH. Come hanno ricordato lungo la premiazione in diverse occasioni, sarà proprio l’acqua potabile il bene più preziosi del futuro e dunque il trattamento delle acque reflue diventa sempre più necessario in un’ottica in cui si prevede sia l’incremento dei consumi di acqua sia la scarsità di questa risorsa unica a causa dei cambiamenti climatici.

Foto | kleinklaeranlagen

Galileo Wissenspreis – Arnia da balcone per api

E’ forse questo progetto il più originale e particolare per la sua unicità e semplicità. Per aiutare le api a diffondersi essendosi ridotto il loro numero a causa dell’inquinamento da pesticidi ecco il BienenBox una speciale arnia da balcone per far prosperare le api. La convivenza tra api e esseri umani rassicurano gli inventori non è affatto problematica.In ogni caso la BienenBox viene venduta a 130 euro e prima di essere consegnata viene spiegato che è necessario comunque informarsi bene e informare i vicini e seguire un corso per apicoltori presso associazioni autorizzate. La soddisfazione consiste nell’avere ogni anno almeno 15 kg di miele e a contribuire a ripopolare le colonie di api.

api

Foto | Stadtbienen @Facebook

Premio Speciale IFAT Environmental Leadership al Club di Roma04_Winner015-620x350

Questo riconoscimento è particolarmente prestigioso. Il Club di Roma è una associazione formata da personalità del mondo della ricerca, dell’economia e delle scienze indipendenti. Famoso per aver commissionato nel 1972 al MIT uno studio intitolato I limiti dello Sviluppo in cui quasi profeticamente e oltre 40 anni prima si analizzavano le conseguenze dell’esaurimento delle risorse naturali. Lo scorso anno è stato presentato il rapporto redatto da Jorgen Randers2052 Scenari globali per i prossimi quarant’anni disponibile anche in italiano per l’appunto dove sono presentate le previsioni globali per i prossimi 40 anni.

Intelligent urbanization Special Award – Città di Anshan per la rete di teleriscaldamentodanfoss-620x350

Questo progetto ha vinto perché si è deciso di premiare il risparmio energetico messo in atto dalla città cinese di Anshan grazie a Danfoss con una rete di teleriscaldamento che riutilizza il calore delle fabbriche di acciaio e carbone per un risparmio di 240.000 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno . In aggiunta saranno risparmiate anche elettricità e acqua. L’obiettivo, è dunque, migliorare la qualità dell’aria per gli oltre 1,8 milioni di residenti che vivono a Anshan e trasformerà la città in leader a livello mondiale per il teleriscaldamento.

Foto | Danfoss @ Facebook

Music Award: Schiller per le canzoni che aumentano la consapevolezza ambientale

E’ un artista a tutto tondo Schiller, molto famoso in Germania che presenta la sua musica sempre connessa con la natura e dunque diffonde un messaggio potente di bellezza e rispetto per il Pianeta.

Foto | Christopher von Deylen’s SCHILLER @facebook

Speciale Start-up Award- Desalinizzatore economicodesalinizzatore-620x350

Vince il premio Green Tec Awards l’akvoFloatTM della akvolution GmbH ovvero un progetto che fornisce la possiblità di dissalare l’acqua di mare in maniera economicamente conveniente e sostenibile. La tecnologia adottata è la flottazione con filtraggio a ceramica integrata. L’azienda spiega che grazie a questi materiali si ottiene un elevato risparmio, pari al 90% dei costi energetici e di impatto ambioentale, operando anche in condizioni difficili. L’azienda si rivolge come fornitore a tutte quelle industrie che necessitano di tanta acqua come in oil & gas, semiconduttori, food & beverage, carta e industrie minerarie.

WWF Premio Speciale: Stadtbiene 2.0 per le apiapi2-620x350

Ovvero un giardino comunale urbano, nel cuore di Monaco di Baviera, dove le api possono svilupparsi, nutrirsi e nidificare. Il progetto coinvolge i cittadini nel tenere curato e in ordine il parco così senza utilizzare erbicidi e pesticidi e ciò per garantire alle api un ambiente naturale in cui poter vivere.

Foto | o-pflanzt-

Fonte: ecoblog.it