Riciclo creativo dei tappi di bottiglia: scopri tutti gli esempi

Anche i tappi di bottiglia che finiscono nell’immondizia possono essere riciclati in maniera utile e creativa. Ogni volta che sorseggiamo una delle nostre bevande preferite, il tappo diventa un rifiuto di cui ci disfiamo con troppa leggerezza, quando potrebbe essere riutilizzato per dar vita ad oggetti e piccoli lavori fai-da-te davvero interessanti.tappi-400x250

tappi di metallo delle bottiglie di birra, dei succhi, della coca-cola e di altre bevande, possono essere raccolti e riciclati anche per realizzare splendide decorazioni per abbellire la casa, gioielli fatti a mano, giochi per i bimbi e tanti lavoretti semplici e divertenti da eseguire. Per iniziare, potreste prendere spunto da alcune delle idee che vi proponiamo in questa miniguida al riciclo creativo dei tappi di bottiglia: scommettiamo che dopo un po’ di tempo, anziché gettarli, comincerete a collezionarli?

Sottobicchieri e sottotazza colorati.

Utilizzando la colla a caldo, fissate una manciata di tappi di bottiglia su una base di cartoncino spesso o di sughero. Per la disposizione, giocate con le forme geometriche (a rombo, circolare o quadrata), i colori e gli effetti che preferite. Lasciate asciugare la colla  e utilizzate i vostri sottobicchieri per decorare e abbellire la tavola con stile e originalità.sottobicchiere-250x249

Quadri e cornici.

Se disponete di una bella quantità di tappi o avete modo di chiederli al bar, al ristorante o al pub vicino casa, un’idea interessante potrebbe essere quella di realizzare una cornice di tappi o un quadro da appendere su una parete per dare alla vostra casa un tocco di arte moderna davvero chic. Basterà selezionare i tappi più belli, incollarli sulla tela o sulla cornice scelta e lasciare asciugare. Per decorare uno specchio potreste fissare i tappi direttamente sul vetro. Un modo davvero interessante di personalizzare la casa o l’ufficio con la minima spesa.wall-art-framed-bottle-caps-250x166

Piani per tavoli.

Avete presente quel vecchio tavolino da salotto dall’aspetto ormai triste e demodé? Perché non provare a renderlo più moderno e allegro incollando sul piano d’appoggio i vostri tappi di bottiglia più colorati? Anche in questo caso potreste sbizzarrire la fantasia mischiando forme e colori differenti oppure potreste creare un effetto ‘optical’ ancora più particolare. Stesso discorso per dare nuova vita a mobili in disuso o rovinati come mensole, comodini e scrivanie di cui magari eravate pronti a disfarvi. Per rivestire la superficie prescelta con i tappi di bottiglia avrete bisogno di una colla bianca ecologica (da utilizzare per il incollare i tappi sul fondo) e un barattolo di resina trasparente (la trovate nei negozi di bricolage) che servirà a uniformare e riempire gli spazi vuoti tra un tappo e l’altro. Una volta che la resina sarà perfettamente asciutta, ritagliate con un cutter eventuali ‘eccessi’ creati sui lati e godetevi la vostra piccola opera d’arte.tavolino-250x187

Magneti decorativi

I tappi della birra sono perfetti per creare dei piccoli magneti colorati, ideali per decorare il frigo o per creare una bacheca o un calendario magnetico utilissimo per casa o per l’ufficio. Per creare i magnetini dovrete semplicemente incollare la calamita sul retro del tappo con della colla professionale che trovare nei negozi specializzati, mentre con la colla vinilica ecologica comune potreste divertirvi a personalizzare ogni tappo con decorazioni, numeri o altri rivestimenti disegnati e ritagliati a mano. Un passatempo davvero divertente da condividere anche con i bambini!magnetini-199x300

calendario-magnetico-250x181

tappi_di_bottiglia_bacheca-225x300

Candeline decorative e segnaposto.

Il riciclo creativo dei tappi di bottiglia passa anche per la base delle candeline. Lasciate colare la cera al loro interno fino a riempirli. Posizionate un piccolo stoppino di cotone al centro della candela e lasciate asciugare. Per realizzare le vostre candeline ecologiche fatte in casa leggete la nostra guida pratica oppure riutilizzare gli avanzi sciolti a bagnomaria delle vecchie candele. Un’ idea divertente che vi permetterà di decorare la tavola trasformando le candeline in simpatici segnaposto.candeline-250x129

oggetti-250x250

Gioielli.

Chi di voi si sente già pronto a cimentarsi nella creazione di oggetti più complessi e particolari potrebbe esercitare le proprie abilità realizzando gioielli (orecchini, collane, pendenti, spille, ciondoli e bracciali), borse e sottovasi che prevedono l’utilizzo di altri materiali come fil di ferro, forcine e gancetti. Si tratta di lavori certamente più elaborati e meticolosi, che richiedono molta pazienza e cura durante l’esecuzione. Il risultato finale, però, vi darà tante soddisfazioni!

collana-2-250x246

collana-250x250

orecchini-250x244

Fonte: tuttogreen.it

Riciclo creativo con le conchiglie

Vuotate borse e valigie, le vacanze estive spesso ci lasciano in ricordo una gran quantità di belle conchiglie raccolte sulla spiaggia o in fondo al mare durante passeggiate ed esplorazioni subacquee. Non sempre, però, questi ‘souvenir’ trovano una collocazione in casa e capita che dopo tanta fatica per trovarle finiscano in fondo a un cassetto, o peggio, nel pattume.apertura-400x250

Un vero peccato, perché dopo averle portate via dai loro arenili il minimo che si possa fare è industriarsi per dargli una degna sistemazione tra le mura domestiche. A ben pensare ci sono tante idee di riciclo creativo che possono essere facilmente realizzate con le nostre conchiglie per dar vita ad oggetti e suppellettili decorativi alla portata di tutti. Noi di Tuttogreen vi proponiamo una piccola selezione con qualche suggerimento pratico per riciclare creativamente le vostre.

  • Acchiappasogni e gioielli. Con le conchiglie più piccole adeguatamente e delicatamente forate evitando che si rompano potete realizzare un bellissimo acchiappasogni da appendere davanti la porta di casa, in giardino o nella stanza del vostro bimbo. Vi basterà legarle l’una all’altra con del nylon, spago o filo di canapa e fissare i fili ad un gancio. Il rumore prodotto dalle conchiglie sospinte dal vento è tra i più gradevoli che si possano immaginare… Stesso procedimento per confezionare piccoli gioielli come ciondoli, orecchini e braccialetti. In questo caso meglio utilizzare il filo di nylon (più resistente e incolore) e delle vernici spray argentate o dorate per impreziosire e far brillare i vostri bijoux.

TUTTE LE FOTO DELLE NOSTRE IDEE DI RICICLO CREATIVO CON LE CONCHIGLIE!acchiappasogni

barattolo

candele_conchiglie

centrotavola (1)centrotavola_conchiglie

ciondoli

  • Portafiori e vasi. Con un procedimento analogo a quello descritto sopra, potreste rinnovare l’aspetto dei vostri vasi e fioriere incollando sulla superficie una manciata di conchiglie. Se volete ottenere un effetto ancora più gradevole, prima di incollare le conchiglie decorate il vaso con una spolverata di sabbia, magari creando un motivo ‘a onde’, fissando con una mano di colla vinilica. Una volta asciutta eliminate con un pennello la sabbia in eccesso e vaporizzate su tutta la superficie un po’ di vernice protettiva spray. A questo punto posizionate le conchiglie e attaccatele accuratamente al vaso con della colla a caldo. Rimanendo in tema, i pezzi di conchiglia rotti che avanzano possono essere utilizzati per favorire il drenaggio delle piante. Ottimi come sostituiti di argilla e cocci, infatti, i gusci rotti delle conchiglie devono essere adagiati sul fondo dei vasi prima di riempirli con il terriccio.seashell-deco

Decorazione-lettere di conchiglie

  • Cornice da specchio. Con l’aiuto della colla a caldo potete attaccare le conchiglie su qualsiasi superficie, compreso il vetro. Se avete in casa un banalissimo specchio senza cornice e disponete di una buona quantità di gusci, nulla di più creativo e utile è impreziosirlo con una cornice di conchiglie di mare creata da voi. Per prima cosa dovete costruire una base sufficientemente larga e spessa sul perimetro dello specchio per posizionare successivamente gli elementi decorativi. Anche in questo caso, potete utilizzare del cartone pressato, del compensato e incollata con colla vinilica. Una volta asciutto procedete con la decorazione del bordo così creato fissandovi le conchiglie (nel colore naturale). In alternativa potete incollare il tutto direttamente sul bordo dello specchio, controllando che la sua larghezza sia uniforme su tutti i lati. Per ravvivare ancor di più il risultato finale è possibile inserire delle pietruzze o dei sassi in vetro o quarzo (chissà quante ne avrete raccolte durante le vostre passeggiate in spiaggia) o dei rametti di legno secchi precedentemente dipinti di bianco. Una volta terminato il lavoro, il vostro specchio sarà pronto per essere esposto sulla parete di casa preferita!
  • Portafotografie. E’ un vero e proprio classico, certamente uno dei modi più utili e ingegnosi di utilizzare le conchiglie per ‘incorniciare’ i nostri momenti più belli. Per realizzare una splendida cornice di conchiglie – magari in compagnia dei nostri bimbi che in genere adorano questo tipo di passatempo – potete utilizzare un vecchio portafoto riverniciandolo, magari color argento o di bianco, e incollare lungo il bordo fitte fitte delle conchiglie di varie dimensioni. In alternativa potreste confezionare anche la cornice, riciclando del cartone pressato o dei ritagli di compensato.centrotavola

Centrotavola con candela e conchiglie

  • Centrotavola, vasi decorativi e soprammobili. Vasi, vasetti, coppe e coppette di vetro e ceramica sono ideali per creare una varietà infinita di oggetti perfetti per dare un ‘tocco in più’ alla nostra casa o alla tavola.  E se oltre alle conchiglie disponete di sassi bianchi, rametti, pietruzze, sabbia o cocci di vetro il risultato sarà sempre diverso e unico! Con dei semplicissimi vasetti di vetro riempiti di sabbia (al naturale) e qualche conchiglia, si possono ottenere dei graziosissimi soprammobili decorativi da esporre in qualsiasi ambiente e dei porta-candele. Risultati analoghi si possono ottenere con le bottiglie di vetro inutilizzate, dei vasi bassi trasparenti sempre in vetro. Per un centrotavola davvero grazioso potete colorare le conchiglie con degli smalti spray dorati o argentati.
  • Conchiglie segnaposto, porta-sapone e porta-candele. Se sapete dipingere e avete una certa familiarità con l’arte della decorazione a mano, allora l’idea che vi proponiamo farà di certo al caso vostro: conchiglie segnaposto, scegliendo tra quelle più grandi a vostra disposizione, ben pulite, e colorate con colori acrilici o acquarelli. Una volta dipinta, lucidate la superficie della conchiglie con una vernice spray trasparente e lasciate asciugare per qualche ora, meglio se all’aperto. Oltre che sulla tavola, questi oggetti possono essere utilizzati come decorazioni in tutta la casa, ad esempio in bagno dove potreste esporle in versione porta- saponette o porta-candele profumate.
  • Decorazioni per scatole, libri, agende e chiudi-pacco! Un regalo è tanto gradito quanto più riesce a parlarci della persona che ce lo ha donato. Perché i nostri doni siano davvero speciali, un’idea può essere quella di decorarli con qualche bella conchiglia trovate in riva al mare. Su una scatola, ad esempio, con della colla a caldo; su un libro o un’agenda, magari con qualche fiore secco, foglie e un nastro di paglia intrecciato; sempre con dello spago potremmo realizzare un chiudi-pacco con una o più conchiglie, ideali per dare un tocco di personalità in più ai nostri regali nelle occasioni speciali…

Fonte: tuttogreen.it

Più creativo del 50 % chi vive in Natura

hiking-586x392

Semmai ve ne fosse stato bisogno ecco uno studio che conferma quanto probabilmente empiricamente sappiamo già: passeggiare lungo sentieri di montagna accresce la creatività. L’ escursionismo che viene svolto all’aria aperta e a stretto contatto con la Natura consente di migliorare le proprie capacità creative a patto che ci isoli anche da tutti quei devices elettronici come telefonini, tablet, smartphone e pc. Dunque grazie alla vita all’aria aperta, alle passeggiate in montagna o alle escursioni in genere, la creatività viene stimolata e il pensiero creativo aumenta del 50%. Il risultato è stato misurato da un gruppo di ricercatori delle Università dello Utah e del Kansas il cui studio è su PlosOne. Ha detto David Strayer co-autore dello studio e docente di psicologia all’Università dello Utah:

Gli scrittori per secoli ci hanno raccontato di quanto fosse importante interagire con la Natura, sappiamo che fa bene anche se non conoscevamo bene i vantaggi dal punto di vista scientifico.

E dunque per dimostrare scientificamente che stare in Natura ricarica la creatività sono state coinvolte 56 persone di cui 30 uomini e 26 donne – con una età media di 28 anni che hanno preso parte a quattro viaggi di sei giorni ciascuno in Alaska, Colorado, Maine e Washington e nessun dispositivo elettronico è stato ammesso. In realtà non è stato stabilito se la creatività aumenta perché non si usa la tecnologia o per l’aumento della vita in Natura o per la combinazione dei due fattori. Interessante è anche come si sono quantificati i progressi in creatività ossia attraverso i test I risultati sono stati controllati per differenze di età tra i gruppi che hanno preso parte ai test prima e durante i viaggi con zaino in spalla. I ricercatori hanno anche evidenziato che i bambini di oggi trascorrono all’aria aperta tra i 15 e i 25 minuti al giorno e che tra gli 8 e i 18 anni bambini e ragazzi trascorrono circa 7,5 ore al giorno tra Tv, cellulari e computer. I ricercatori hanno citato studi precedenti che indicano che i bambini di oggi trascorrono solo 15 a 25 minuti al giorno in giochi all’aperto e sport, che la natura a base di ricreazione è diminuita per 30 anni, e che la media 8 – a 18 anni spende più di 7,5 ore al giorno con media come TV, telefoni cellulari e computer. Sostanzialmente i ricercatori hanno dimostrato che a contatto con la Natura si applica la teoria del ripristino dell’attenzione come spiega Strayer:

La nostra società moderna è piena di eventi improvvisi (sirene, clacson, telefoni che squillano, allarmi, televisione, ecc) che si impadroniscono dell’ attenzione. Al contrario negli ambienti naturali si riscopre la morbidezza e la calma.

Fonte: University of Utah, PlosOne