Iren, il Comune di Torino cambia gestore per l’elettricità. “Risparmieremo almeno 2 milioni di euro”

Iren non sarà più il fornitore di elettricità del Comune di Torino. Costa troppo. La società, di cui Palazzo Civico detiene il 24% delle quote, resterà invece in carica per quanto riguarda il teleriscaldamento. A Iren subentra Gala s.p.a. 

374226

Iren non sarà più il fornitore di elettricità del Comune di Torino. Costa troppo. La società, di cui Palazzo Civico detiene il 24% delle quote, resterà invece in carica per quanto riguarda il gas e il teleriscaldamento. Una scelta che in Comune definiscono obbligata dopo la spending review imposta dal Governo Monti, che impone ai comuni di affidarsi alle committenze regionali, alla Consip o a gare d’appalti in cui i prezzi in gioco siano in linea con quelli dettati dalla Consip stessa. L’assessore al Bilancio Guido Passoni ha dichiarato ai giornali di aver “obbedito” alla spending review, aderendo alla convenzione per la fornitura di energia elettrica stipulata dalla Società di committenza regionale del Piemonte con la società Gala spa, che applica tariffe più basse di quelle di Iren. Il risparmio ipotizzato è di circa 2 milioni e mezzo di euro in un anno.

Fonte: eco dalle città