Euromobilty, è online il sito sulla Mobilità Sostenibile in Italia

Sul web tutti i dati delle principali 50 città italiane e gli strumenti per fare confronti e analisi personalizzate su dati di incidentalità, corsie ciclabili, parcheggi, Zone a Traffico Limitato, Aree Pedonali, Trasporto Pubblico, ma anche su dati relativi alla qualità dell’aria, sul car sharing e il bike sharing378952

Da lunedì 28 aprile è on line il sito web Open Data sulla Mobilità Sostenibile in Italia realizzato dalla Associazione Euromobility con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare: www.uni.euromobility.org.
Grazie all’innovativa sezione Open Data, unica nel suo genere, l’utente può effettuare analisi personalizzate e confrontare i dati sulla mobilità delle principali 50 città italiane, creando in tempo reale grafici, mappe, tabelle e trend degli ultimi anni di tutte o soltanto di alcune delle principali 50 città italiane. È possibile fare analisi su dati di incidentalità, corsie ciclabili, parcheggi di interscambio, parcheggi a pagamento, flotte di veicoli comunali, Zone a Traffico Limitato, Aree Pedonali, Trasporto Pubblico Locale, ma anche su dati relativi al parco veicolare circolante, su dati di qualità dell’aria e sui veicoli Gpl e Metano a basso impatto ambientale. E ancora sul car sharing, sul bike sharing e sulle iniziative e gli eventi di promozione di una mobilità più amica del cittadino e dell’ambiente.
Il sito contiene i dati dell’Osservatorio sulla Mobilità Sostenibile che prende in esame i 50 Comuni italiani costituiti da tutti i capoluoghi di Regione e delle Province autonome e i Comuni con oltre 100.000 abitanti. I dati provengono da diverse fonti: ISTAT, ACI, ARPA Regionali, Comuni, Consorzio Ecogas, ICS, Bicincittà, BikeMi, FIT Consulting.
L’analisi commentata dei dati più aggiornati è stata pubblicata nel volume “La Mobilità sostenibile in Italia – Indagine sulle principali 50 città” edito da Maggioli e disponibile nelle principali librerie italiane.

Fonte:ecodallecitta.it

Annunci

Torino, approvate 4 nuove aree pedonali

La Giunta comunale ha approvato l’istituzione di tre nuove aree pedonali nella zona nord-ovest della città e il prolungamento fino a corso San Maurizio del tratto già pedonalizzato davanti alla Mole Antonelliana

375594

La Giunta ha approvato l’istituzione in città di quattro nuove aree pedonali. La prima sarà realizzata entro settembre in via Ancina tra via Pergolesi e via Cravero, nel tratto antistante la scuola Norberto Bobbio, mentre la seconda riguarderà via Durandi tra le vie Vidua e San Donato di fronte alla piazza dei Mestieri. Il terzo tratto di strada ad essere vietato alle auto sarà una carreggiata di collegamento tra via Buffa di Perrero e via Actis, a margine dei giardini di via Pietro Cossa e di fronte alla chiesa di Santa Maria Goretti. Per via Montebello è invece previsto il prolungamento del tratto già pedonalizzato davanti alla Mole Antonelliana, che si prolungherà quindi da via Verdi fino a corso San Maurizio.

 Fonte: eco dalle città