La caldaia a zeolite: come funziona e il costo del sistema di riscaldamento

I vantaggi della caldaia a zeolite, come funziona, quali sono i prezzi dei modelli in commerciozeolite

Torno a scrivere di zeolite e di sistemi di riscaldamento basati su questo minerale composto da silicio e alluminio, dopo che qualche giorno fa è stato presentato a ScienzaGeo il servizio che vedete nel video in alto. La caldaia funziona anche con gas e con collettori solari termici e la zeolite usata è di tipo sintetico essendo necessario un materiale in purezza.  Il sistema funziona così: la zeolite viene bagnata da vapore freddo, le perle si riscaldano e rilasciano calore; cede calore per circa mezz’ora e si ferma. La zeolite va rigenerata a quel punto la macchina termica si accende, scalda il minerale e l’acqua evapora, riempie il modulo e ritorna nello scambiatore in basso da dove riparte il ciclo.
Quando ne scrissi, giustamente si sollevarono diverse questioni in merito al funzionamento di questo minerale all’interno di una caldaia che produce acqua calda per uso sanitario. In merito all’azienda che la commercializza vi posso solo dire che è una multinazionale tedesca e che su google trovate tutti i riferimenti. Ciò che mi interessava capire era quanto risparmio di emissioni di CO2 si ottengono e dall’intervista fatta all’ing. Claudio Galli si arriva a concretizzare un 30% in meno di CO2 emessa. I costi sembrano decisamente più elevati a fronte delle attuali caldaie in commercio e ammortizzabili in circa 10 anni mentre la zeolite usata per il riscaldamento resta attiva per 300 anni. Nel video viene detto che la caldaia è da 7Kw e dunque sufficiente per riscaldare e produrre acqua calda per una villetta monofamiliare da 150 Mq per una famiglia media; l’impianto costa installato circa 13 mila euro ovvero il doppio di un impianto con caldaia a condensazione; ha un rendimento del 130% recuperando calore dall’ambiente; la caldaia dura 20 anni.

La caldaia ZeoTherm Plus di Vaillant a zeolite, per esempio, è in vendita a un prezzo di listino di 19.538 euro.

Fonte: ecoblog.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...