Nasce E-Vai 3.0: tra Varese e Saronno si incentiva all’uso di auto elettriche

auto-elettriche-cop

Dal prossimo aprile si apre in Lombardia l’era degli spostamenti in “intermodalità green”: nasce infatti E-Vai 3.0, un’iniziativa di FN Mobilità Sostenibile (azienda del Gruppo FNM) in collaborazione con Enel, un innovativo servizio di car sharing destinato a pendolari, enti pubblici e aziende private e che prevede l’utilizzo condiviso tra questi soggetti di un veicolo elettrico di ultima generazione. Messa così sembra molto complicata ma l’idea è interessante e, forse, potrebbe essere testata anche su una scala più larga di utenze: da aprile 2017 e fino al giugno 2018 nei Comuni di Varese e Saronno saranno messe in servizio 6 auto elettriche in ciascuna delle due stazioni di Ferrovienord (12 auto in tutto) dove ci saranno 6 posteggi dedicati e 3 colonnine di ricarica per i veicoli. Il servizio sarà in abbonamento (costo mensile 280 euro) e durante le ore di non-utilizzo da parte di un abbonato sarà a disposizione di qualcun’altro, con la garanzia di ritrovarlo al suo posto negli orari prestabiliti. I veicoli elettrici saranno assegnati ai pendolari e verranno condivisi con le aziende che decideranno di aderire all’iniziativa: come spiega Enel sul suo sito per i nuovi mezzi sono previste fasce d’impiego distinte e installazioni di box station di ricarica in prossimità delle abitazioni degli utilizzatori principali (senza costi aggiuntivi o di consumo). Se l’intervallo fra le ore 8 e 18 è riservato all’impiego delle auto da parte di aziende o enti pubblici, nelle restanti ore queste saranno a totale disposizione di chi è interessato a condividere i propri spostamenti con altri passeggeri, o preferisca viaggiare solo. Il costo mensile potrà inoltre essere condiviso con altri passeggeri: Legnanonews spiega che il guidatore principale potrà passare a prendere lungo il tragitto per la stazione, in una logica di car pooling, gli altri compagni di viaggio. In questo caso ogni passeggero pagherà un costo mensile di 60 euro per ottenere il “passaggio” in stazione. Di questi 60 euro, 50 saranno detratti dalla tariffa a carico del guidatore principale.

“L’iniziativa presentata oggi a Milano rientra nel nostro piano strategico per il periodo 2016-2020: sviluppare l’integrazione tra diverse tipologie di trasporto sostenibile, favorendo in particolare una mobilità lavorativa volta a ridurre traffico e inquinamento”

ha spiegato Andrea Gibelli, presidente di FNM Spa. L’auto elettrica si integra così con il pendolarismo con un progetto che, se avrà successo, potrebbe davvero cambiare in meglio la vita e la socialità dei pendolari. Tenuto conto, come sottolinea Enel, che l’87% dei 37 milioni di auto in Italia viene oggi sfruttato per compiere meno di 60 chilometri al giorno la cosa sembra potenzialmente rivoluzionaria.

Fonte: ecoblog.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...