Vermi della polvere: come liberarsene con 6 rimedi naturali

vermi-della-polvere

Scientificamente sono chiamati Lepsima saccharina, ma nel gergo comune sono conosciuti come vermi della polvere o pesciolini d’argento. Sono dei piccoli insetti dal corpo affusolato e argenteo, con le antenne e tre appendici filiformi sulla ‘coda’. Sono estremamente comuni nelle case (chi di noi non ne ha mai visto uno?) e nelle biblioteche. Spesso nidificano nelle pareti, nelle fessure delle pareti, negli armadi e persino nella biancheria! Impariamo innanzitutto a conoscerli meglio, per poi passare ad alcuni rimedi naturali per liberarcene.

Vermi della polvere: perché ce li ritroviamo in casa?

La ragione principale per cui i vermi della polvere sono spesso presenti nelle nostre abitazioni è perché vanno a caccia di cibo. Cibo che nelle nostre case trovano in abbondanza. Si nutrono infatti di amido e polisaccaridi. Possiamo quindi trovarli intenti a cercare nutrimento nella dispensa, ma non solo. Sono tanti gli oggetti in cui possono trovare tali sostanze: adesivi, colle, carta incollata e quindi libri rilegati e lettere. E poi ancora: tessuti naturali e derivati dagli animali come cotone, lino, seta e cuoio. Non disdegnano nemmeno i tessuti sintetici. Il pesciolino d’argento mangia inoltre le cellule morte del nostro corpo: forfora, pelle morta, capelli. La cosa importante da sapere è che i vermi della polvere non provocano alcun danno all’uomo. Possono causare qualche problema ai nostri arredi, ma per il verificarsi di tale eventualità, dovremmo avere una vera e propria infestazione! In ogni caso, possono risultare sgradevoli a vedersi e fastidiosi.

Ecco quindi come liberarcene con i rimedi naturali.

Igiene e umidità

Per prevenire la proliferazione dei vermi della polvere dobbiamo innanzitutto occuparci dell’igiene di casa. Le librerie e l’intonaco sono spesso aree trascurate nelle pulizie: se vogliamo liberarci degli insetti, dobbiamo cominciare a prendercene cura. I libri vecchi, soprattutto, vanno arieggiati periodicamente. Occhio anche all’umidità in eccesso: è l’ambiente preferito per i pesciolini d’argento. Ecco alcuni rimedi naturali a questo problema.

Patata

Come abbiamo detto, questi insetti sono ghiotti di amido. Ecco perché è possibile preparare una trappola naturale con le patate.

È molto semplice.

Basta prendere una patata abbastanza grande e praticare un buco profondo al suo interno, con un coltello. Più grande sarà la patata, più grande sarà il foro praticato e quindi più animaletti ci entreranno. Se avete individuato già la tana degli insetti, piazzate la patata lì, lasciandola per l’intera notte. La mattina dopo, potrete buttarla via, insieme a tutti i pesciolini d’argento che contiene.

Cetriolo

Uno dei rimedi più comuni è il cetriolo. La sua buccia è un repellente naturale per molti tipi di insetti: non ne sopportano l’odore e quando lo percepiscono si allontanano immediatamente. Per usare questo elemento, possiamo sminuzzarne un po’ in piccoli contenitori di plastica o vetro. Mettiamo poi i contenitori nei punti dove sono maggiormente presenti i vermi: tane, pareti lesionate, aree umide. Provate per una settimana: dovrebbero sparire completamente.

Trucioli di legno di cedro

Un altro sistema è costituito dai trucioli di legno di cedro. Il loro profumo è molto gradevole per gli uomini. Viceversa, i pesciolini d’argento non lo sopportano affatto! Come abbiamo fatto in precedenza, piazziamone un po’ nei luoghi più infestati.

Cannella, agrumi e chiodi di garofano

Proprio come abbiamo visto per il cetriolo e i trucioli di cedro, abbiamo a disposizione tante altre armi naturali da utilizzare come repellenti. Come i bastoncini di cannella, per esempio, da usare particolarmente in dispensa e nello studio di casa. Anche le bucce di arance e limoni si dimostreranno molto utili contro i vermi della polvere. Particolarmente efficaci per tenerli lontani da casa – e quindi da piazzare negli ingressi e nelle lesioni alle pareti – sono anche i chiodi di garofano.

Repellente naturale

Possiamo infine preparare una soluzione da nebulizzare negli appartamenti. Basta aggiungere poche gocce di olio essenziale a un contenitore spray pieno d’acqua. Gli oli più utilizzati e più efficaci risultano essere:

  • Alloro
  • Menta piperita
  • Citronella
  • Lavanda
  • Ginkgo Bilboa

Foto: AJC1 on Flickr

Fonte: ambientebio.it

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...