Vecchi materassi, in Francia il riciclo è possibile

L’idea di riciclare i vecchi materassi è partita dal Canada ma ha presto varcato l’oceano arrivando nel paese transalpino, dove l’azienda Recyc Matelas Europe estrae la parte tessile, il feltro e il latex per farne isolanti termici per l’edilizia e l’industria automobilistica e in piccola percentuale anche per costruire attrezzature sportive378316

C’è elemento sempre presente nelle immagini che documentano il degrado legato all’abbandono dei rifiuti per strada, sia che si tratti di grandi città, l’ultimo caso quello di Roma, o di piccoli centri. Senza troppe distinzioni tra periferie e quartieri più centrali. Si tratta del vecchio materasso logoro e sfondato, una sorta di evergreen dello scorretto smaltimento dei rifiuti, spesso lasciato tranquillamente di fianco ai cassonetti in attesa che ci pensino gli operatori comunali, o magari che qualcuno se lo porti via. La cosa giusta da fare, trattandosi di un rifiuto ingombrante, sarebbe invece quella di portarlo all’ecocentro o di contattare l’azienda che si occupa della raccolta rifiuti per prenotare un ritiro a domicilio. Servizio ormai sempre più diffuso e offerto tra l’altro anche da alcune aziende produttrici in caso di acquisto di un nuovo materasso. Una volta raccolti e accumulati, i materassi subiscono una riduzione volumetrica con “pezzatura omogenea” e successivamente viene rimossa la parte ferrosa (come le molle di quelli più vecchi) che viene poi riciclata, mentre il materiale rimanente viene smaltito con l’indifferenziato. Dalla Francia però arriva una novità. Al di là delle Alpi è stata infatti avviata una nuova filiera del recupero dei materassi usati, da cui estrarre materie prime seconde: la parte tessile, il feltro e il latex vengono trasformati in isolanti termici utilizzati nell’edilizia e nell’industria automobilistica e in piccola percentuale anche in tatami per le palestre. Si parla di circa il 92% dei materiali recuperati. L’azienda che ha inaugurato questa nuova frontiera del riciclo è la Recyc Matelas Europe, fondata da Franck Berrebi con un socio presso Limay, comune di 16.427 abitanti situato nel dipartimento degli Yvelines nella regione dell’Île-de-France. Nello stabilimento ogni mese vengono trattati circa 13mila materassi, a cui si aggiungono le migliaia lavorate in quello inaugurato a fine 2012 a Montagne-sur-Sèvre, in Vandea. L’impresa Recyc-Matelas ha le sue radici in Canada, dove Eric Castro e Pascal Cohen hanno creato nel 2007 a Montreal in Quebec il primo stabilimento, a cui si sono aggiunti quelli in Florida, con il nome di Recyc-Carpets, e appunto in Francia. Un successo da oltre 300m ila materassi. In Italia non è ancora presente una realtà del genere, per cui se si vuole tentare la strada del riciclo non resta che affidarsi al fai da te, magari trasformando il vecchio materasso in un divano.

Fonte: ecodallecittà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.