Area pedonale Navigli: il restyling lo fanno i cittadini

Dieci i progetti per l’area pedonale dei Navigli, nati dal concorso pubblico “Pensa in grande agisci in piccolo”. Ha vinto “Salotto con vista”, il progetto di una terrazza in legno sulla Darsena con giardini acquatici. Secondo “Sopravvento” che rievoca l’antica funzione portuale e terzo “Vai Fai – Partecipa e reinventa”, per creare il primo “quartiere del riciclo” a Milano. Ora si cercano gli sponsor per realizzarli377928

“Pensa in grande agisci in piccolo”: da questo concorso di idee sono nati dieci progetti per la riqualificazione dell’area pedonale dei Navigli,esaltandone l’identità tra passato e futuro, anche in vista di Expo. Le proposte progettuali sono state esposte al pubblico presso gli spazi di via Magolfa 32.  Il concorso di idee è nato dalla collaborazione tra il Comune di Milano e il Distretto Urbano del Commercio Navigli, composto da rappresentanti del Consiglio di Zona, dei residenti, delle Associazioni LaVerdi, Confcommercio, Naviglio Grande, Navigli Scarl e Associazione culturale Naviglio Pavese. “Dopo la costituzione dell’isola pedonale e le ordinanze per gestire gli orari della movida, vogliamo rivitalizzare il Distretto Navigli stimolando la fruizione degli spazi pubblici, soprattutto nelle ore diurne, da parte chi li vive e li abita, oltre a promuovere la collaborazione tra i diversi operatori presenti nel quartiere”, ha detto l’assessore al Commercio e Attività produttive Franco D’Alfonso.  “Abbiamo voluto attivare le risorse della popolazione più giovane, mettere in relazione la loro creatività con il sapere di chi da anni abita i Navigli – ha spiegato il Presidente di Zona 6 Gabriele Rabaiotti -. Riteniamo che tutte le proposte abbiano elementi di interesse che, ci auguriamo, catturino l’attenzione di potenziali sponsor. Anche in questo modo possiamo riuscire, collaborando tra pubblico e privato, a costruire una città più bella”. I progetti leggono e interpretano in questa chiave l’area Navigli ponendo l’accento sulle sue potenzialità, enfatizzando la sua vocazione storica e identitaria e incentivando diverse forme di collaborazione tra i cittadini, i commercianti e gli artigiani presenti.

Tre le idee vincitrici 

Al primo posto “Salotto con vista”, che prevede la realizzazione tra Alzaia Naviglio Pavese, via Darwin e viale Liguria di una pavimentazione in legno alternata da giardini acquatici con specie arboree tipiche dell’area milanese e delle sponde del Naviglio, aree attrezzate con panchine e wi-fi e un’isola galleggiante per portare al centro della Darsena una vera e propria oasi di verde. Spazio anche all’arte, con l’installazione di 10 pannelli 3×2 lungo la sponda del Naviglio che potranno ospitare a rotazione le opere di giovani artisti creando così una mini galleria a cielo aperto.
Il secondo progetto classificato è “Sopravvento”, con sette installazioni tra cui la piazza delle Vele in Darsena composta da cinque maestose sculture a forma di vela affiancate da sedute a forma di bitte portuali a testimonianza dell’antica vocazione portuale della zona. E ancora: il Giardino dei Libri in via Magolfa costituito da un container adibito a microlibreria del libero scambio con pannelli dotati di codici QR dai quali scaricare e-book in un simbolico raccordo tra passato e futuro. Protagonisti anche i ponti del Naviglio, che diventano ponti di parole grazie all’istallazione di tubi di ottone che, avvolgendoli, creano un giocoso e moderno telefono senza fili.
Infine “Vai Fai – Partecipa e reinventa”, il progetto volto a fare della zona il primo quartiere del riciclo a Milano. Grazie a una serie di colonnine wi-fi facilmente identificabili, verranno segnalati, tramite un’app gratuita, i punti in cui trovare i contenitori modulari per la raccolta della plastica: veri e propri elementi modificatori dello spazio, in grado di assumere diverse funzioni, come panchine, muri separatori, giochi per bambini e perfino pedane per artisti di strada. Una volta svuotati, il loro contenuto darà vita ad elementi di arredo urbano (panchine, cestini, giochi, segnali stradali) totalmente riciclati.  Tutti i lavori esposti, compresi quelli vincitori, sono stati selezionati da una commissione composta dai rappresentanti del Duc Navigli, in un’ottica di collaborazione volta al miglioramento della vivibilità del quartiere. Al progetto vincitore del concorso, “Salotto con vista”, è stato assegnato dall’Amministrazione un premio di 3mila euro; al secondo classificato, “Sopravvento”, vanno tre abbonamenti a spettacoli dell’Auditorium della musica LaVerdi, mentre il terzo si aggiudica cinque abbonamenti annuali al servizio BikeMi.

 

Fonte: ecodallecittà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.