Teleriscaldamento, Torino da record: 56 milioni di metri cubi serviti

Iren annuncia che con l’avvio della stagione invernale sono serviti con il teleriscaldamento circa 530.000 abitanti. Il risultato è stato raggiunto grazie all’entrata di nuovi accumulatori. L’exploit del capoluogo è stato di recente certificato anche dal rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente376892

Grazie a 260 nuovi allacciamenti, pari ad una volumetria di più di 2 milioni di metri cubi, realizzati nei mesi estivi, il sistema di teleriscaldamento torinese di Iren Energia, che può contare sul calore prodotto dalle centrali di cogenerazione di Moncalieri e Torino Nord, serve oggi una volumetria-record complessiva di circa 56 milioni di metri cubi, corrispondenti a circa 530.000 abitanti delle zone nord-ovest, centro e sud del capoluogo, a cui si aggiungono 30.000 abitanti di Moncalieri e Nichelino, collegati grazie a 500 km di doppie tubazioni.  I punti di consegna nell’area metropolitana torinese, fra condomini, ospedali, scuole, uffici, musei, negozi ed edifici comunali, sono oggi più di 5.500, di cui quasi 3.000 telegestiti e telecontrollati in remoto. L’espansione ulteriore del servizio è resa possibile grazie all’entrata in esercizio dei sistemi di accumulo del calore di Torino Nord e del Politecnico ed alla recentissima entrata in servizio degli accumulatori del Martinetto, a cui -rende noto Iren- “si aggiunge una gestione sempre più integrata delSistema Torino che consente di effettuare analisi più dettagliate e puntuali degli assorbimenti dei carichi termici, ottimizzando le regolazioni”. Torino, anche secondo i dati presentati di recente da Legambiente con il XX rapporto Ecosistema Urbano, è la prima tra le grandi città per volumi riscaldati attraverso reti di teleriscaldamento: 63,07 mc/ab (nel 2011 erano 55,09), seguita da Verona con 45,39 mc/ab e da Bologna con 22,62 mc/ab. Il primato assoluto per il teleriscaldamento, ma su una scala cittadina più piccola, continua comunque ad essere detenuto da Brescia con 203,18 mc di volumi riscaldati per abitante.

 

Fonte: eco dalle città

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.