Milano, ultimo “bollettino RD” (raccolta differenziata) di AMSA: milanesi al 41,2% nei primi quattro mesi del 2013

Ossia +6 % rispetto al primo quadrimestre 2012. Crescono umido, carta, plastica e metalli. Nell’area sud ovest – dove è a regime anche l’umido – percentuale al 47%. L’azienda milanese dei servizi ambientali ricorda che a Milano la gestione rifiuti è a “discarica zero”: tutto l’indifferenziato non recuperato trasformato in energia dal termovalorizzazione Silla 2 e in calore col teleriscaldamento374929 (1)

AMSA ha comunicato che nel primo quadrimestre del 2013 la raccolta differenziata a Milano è salita al 41,2%, oltre 6 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo del 2012, quando era al 35%. Decisive per questo risultato sono state le novità introdotte nel 2012 nel sistema milanese di gestione dei rifiuti: l’introduzione definitiva del sacco trasparente per l’ indifferenziato, che ha spinto i cittadini ad un maggior rispetto delle regole di differenziazione e il varo della raccolta dell’umido nella zona sud-ovest di Milano. Nello specifico, rispetto al primo quadrimestre 2012, sono aumentati i rifiuti organici raccolti (8.400 tonnellate in più), ma anche imballaggi in plastica e metallo (2.200 tonnellate in più, ossia il 20%) e la carta (+4,8% rispetto al primo quadrimestre 2012). La carta rappresenta un decimo dei rifiuti raccolti a Milano. Riguardo l’umido, nella zona sud ovest di Milano, dove la raccolta è partita lo scorso 26 novembre, la quota totale di rifiuti raccolti in maniera differenziata ha raggiunto il 47% (dal 24 giugno l’umido sarà esteso a parte di Milano sud-est, con l’intera zona 4 e parte delle zone 1, 3 e 5). Soddisfatta Paola Petrone, nuovo direttore generale di AMSA, che ringrazia la “straordinaria risposta della cittadinanza alle innovazioni introdotte nel corso dell’anno dall’azienda nel sistema di raccolta dei rifiuti, su richiesta del Comune di Milano”.L’assessore Pierfrancesco Maran ha dichiarato che, anche in vista di Expo 2015, assessorato e AMSA sono impegnati in una serie di incontri per raccontare successi e novità della gestione rifiuti nei Consigli di Zona. AMSA ricorda infine che il sistema di gestione dei rifiuti milanese è a “discarica zero”, ossia nessun rifiuto primario viene conferito in discarica. Tutto l’indifferenziato non riciclabile, raccolto nel sacco trasparente, viene trasportato presso il termovalorizzazione Silla 2 per il recupero energetico. Silla 2 produce energia elettrica e termica per il teleriscaldamento di Milano e di alcuni Comuni limitrofi: a pieno regime, la centrale produce calore sufficiente a riscaldare oltre 20.000 famiglie, producendo acqua calda che viene convogliata in pressione, attraverso tubature sotterranee, alle abitazioni del quartiere Gallaratese, al nuovo polo della Fiera di Rho-Pero e ad alcune utenze di Comuni limitrofi, allacciati al teleriscaldamento. L’energia elettrica prodotta dall’impianto può far fronte invece al consumo energetico annuo di oltre 130.000 famiglie.

Fonte: eco dalle città

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.