Garage Sale Kids: spiegare ai bambini baratto, riciclo ed eco-sostenibilità

“Scegliere modalità di consumo più etiche e sostenibili ci permette di insegnare ai nostri figli il valore delle cose. A partire dai piccoli gesti quotidiani.” Abbiamo incontrato l’associazione culturale Garage Sale Kids promotrice di un’iniziativa che mira a sensibilizzare e diffondere tra bambini e famiglie stili di vita alternativi e sostenibili.mercatini_garage_sale_kids

Riuso intelligente, green education, baratto, solidarietà, sollecitazioni a modificare modelli di vita tradizionali, a volte obsoleti e spesso gravosi per l’ambiente e le tasche sono queste alcune delle ragioni che conducono al progetto promosso da Garage Sale Kids (GSK) e che si materializza con un’interessante iniziativa che avrà luogo a Roma, domenica 5 maggio. Per saperne di più, abbiamo contattato Beatrice Cecchini, presidente dell’associazione culturale Garage Sale KIDS. Come e perché è nata l’idea di un mercatino dell’usato per i bambini? La manifestazione si ispira al format americano dei Garage Sale, i mercatini improvvisati sul prato di fronte casa in occasione di traslochi o cambi di stagione. Abbiamo pensato che questo tipo di pratica fosse particolarmente utile nel settore degli articoli per bambini, il cui utilizzo è spesso limitato nel tempo. Ma Garage Sale Kids vuole essere molto di più. Un luogo aperto d’incontro in cui condividere le buone pratiche di sostenibilità per le persone e l’ambiente. Con un’attenzione particolare ai più piccoli e alla green education. Quali sono le finalità di tale iniziativa che giunge alla sua seconda edizione? Garage Sale KIDS è un’iniziativa pensata per restituire nuova vita agli oggetti usati, contribuire a diffondere una cultura del riuso intelligente presso le famiglie e i bambini, sollecitare la scelta di uno stile di vita alternativo e sostenibile: non si spreca, ma si risparmia e si rispetta l’ambiente.garage_sale_kids

Che riscontro concreto in termini di partecipazione e interesse si è avuto a seguito della prima edizione? La prima edizione, organizzata con il patrocinio di Roma Capitale, si è svolta domenica 30 settembre 2012 a Villa Borghese, Piazza di Siena. L’evento si è chiuso con oltre 1.500 presenze on-site. Lo spazio espositivo ha ospitato oltre 40 stand suddivisi tra area mercato e area ludico-educativa, riscontrando il notevole gradimento del pubblico, che si dimostra sempre più consapevole e attento alle buone pratiche del riuso e del consumo etico. Entrando un po’ più nel dettaglio, come è organizzata e strutturata l’iniziativa di questa edizione? All’interno della manifestazione saranno allestite un’Area Mercato per vendere o scambiare quello che non usa più ed acquistare qualcosa che si desidera a prezzi contenuti e l’Area Ludico-Educativa riservata alle associazioni culturali, sportive e ricreative per proporre mini workshop e laboratori tematici. I bambini visitatori inoltre, avranno l’opportunità di portare i propri giocattoli e scambiarli all’interno della manifestazione nell’ambito di BarattaTu! All’interno di GSK sarà dunque allestita un’area ludico-educativa, in cosa consisterà esattamente? Si tratta di uno spazio che mira ad incentivare tutte quelle attività – culturali, artistiche, sportive e ricreative – che stimolano creatività ed immaginazione, come elementi fondamentali per lo sviluppo dei più piccoli. L’obiettivo è coinvolgere attivamente i bambini, sensibilizzarli sui temi del riciclo creativo, del riuso e del rispetto per l’ambiente, rendendoli più consapevoli e responsabili nei loro gesti quotidiani.garage_sale_kids_

GSK, nasce dalla volontà della vostra associazione culturale e rappresenta un momento d’incontro, di promozione fattiva e concreta, di sensibilizzazione, di educazione a nuove possibili maniere di vivere e nuovi valori, è così? Garage Sale KIDS rappresenta una concreta opportunità di apprendimento per i nostri piccoli, e proprio grazie al coinvolgimento e alla partecipazione attiva diventa più semplice veicolare messaggi importanti. Per i bambini significa: comprendere che le cose che non si usano più possono essere un tesoro per qualcun altro, imparare il valore del denaro e quanto possiamo ottenere di più se utilizziamo le nostre risorse in modo attento e consapevole, capire la differenza tra bisogni e desideri, rispettare l’ambiente evitando inutili sprechi e vivere in un mondo dove tutto ha una seconda possibilità. Un evento simile può essere considerato come un’esigenza legata all’epoca di crisi o è la conseguenza del progredire di modelli più sani e consapevoli del vivere il nostro tempo? Il riuso intelligente sta diventando una buona abitudine anche in Italia. È certamente molto più che una moda o una tendenza. Scegliere modalità di consumo più etiche e sostenibili ci permette di insegnare ai nostri figli il valore delle cose. A partire dai piccoli gesti quotidiani.1_garage_sale_kids

Garage Sale KIDS 2013 si fa promotrice anche di“Share with LOVE”, di cosa si tratta? GSK promuove iniziative e progetti solidali, a favore di enti e associazioni benefiche, attive nel settore del volontariato per i bambini. Nella prima edizione abbiamo collaborato con l’Associazione “DAVIDE CIAVATTINI” Onlus, per la ricerca e la cura dei tumori e leucemie dei bambini. Inoltre parte degli oggetti raccolti sono stati donati alla casa famiglia dell’associazione Il Seme Onlus di Rieti. Per questa edizione invece abbiamo pensato di promuovere, in collaborazione con l’Ente Parco Appia Antica, una speciale riffa di beneficenza il cui ricavato verrà interamente devoluto per sostenere i progetti e le iniziative delle Associazioni “Il Fiore del Deserto” e AINA (Associazione Italiana Nomadi dell’Amore). Che reale contributo di cambiamento migliorativo della società possono assumere delle iniziative del genere e, più in generale, l’associazionismo che sta portando avanti idee e tematiche forse un po’ troppo spesso trascurate dalle istituzioni? Resta di fondamentale importanza consolidare la rete di collaborazione tra le associazioni e sollecitare un dialogo costruttivo con le istituzioni, nella consapevolezza che il risultati più importanti si ottengono soprattutto dalla cooperazione, anche tra realtà differenti. Siamo convinti che iniziative come questa siano preziose, e necessarie, per attivare un circolo virtuoso di buone pratiche: un modo attento e consapevole di agire nel mondo.

Fonte: il cambiamento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.