Nuovi incentivi per la mobilità sostenibile: via libera alle richieste

E’ attivo il sito Internet dedicato. Incentivi fino a 5.000 Euro per l’acquisto di veicoli alimentati da combustibili alternativi, compreso il GPL, anche se utilizzati come beni strumentali da professionisti e imprese.strade03

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha attivato sul proprio sito una sezione, accessibile all’indirizzo http://www.bec.mise.gov.it/site/bec/home.html, dedicata agli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni complessive (BEC) introdotti dal D.L. 83/2012, (convertito in legge dalla L. 134/2012).

In cosa consistono gli incentivi

L’articolo 17-decies del citato D.L. 83/2012, successivamente attuato dal D.M. 11/01/2013, prevede un contributo per l’acquisto, anche in locazione finanziaria, di un veicolo nuovo a basse emissioni. Il contributo è corrisposto dal venditore mediante compensazione con il prezzo di acquisto ed è riconosciuto in percentuale del 20% (nel 2013 e 2014) o del 15% (nel 2015) del prezzo d’acquisto, fino a determinati massimali (da un minimo di 1.800 ad un massimo di 5.000 Euro).

Sono ammessi alle agevolazioni i veicoli pubblici o privati, a basse emissioni complessive (che utilizzano cioè in modalità esclusiva o doppia, combustibili alternativi come l’idrogeno, i biocombustibili, il metano e il biometano, il GPL e l’energia elettrica ed emettono meno di 120 g/km di CO2), acquistati e immatricolati dal 2013 (a partire dall’apertura della piattaforma di prenotazione, accessibile dal sito web sopra indicato) al 31 dicembre 2015, per uso di terzi come taxi, noleggio con conducente, car-sharing, noleggio a breve termine, servizi di linea, logistica, ecc.
Sono inoltre ammessi alle agevolazioni i veicoli a basse emissioni complessive utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’esercizio di imprese, arti e professioni. Sono infine ammessi i veicoli che utilizzano combustibili alternativi in modalità esclusiva o doppia come l’idrogeno, i biocombustibili, il metano e il biometano, il GPL e l’energia elettrica che producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km acquistati da parte di tutte le categorie di acquirenti.

I veicoli considerati ammissibili possono appartenere a diverse categorie: automobili, veicoli commerciali, ciclomotori, motoveicoli, quadricicli (categorie M1, N1, L1 / L1e, L2 / L2e, L3 / L3e, L4 / L4e, L5 / L5e, L6e,  L7e del codice della strada).

Per tutti gli approfondimenti:

D. Min. Sviluppo Econ. 11/01/2013

Incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di CO2 di cui all’articolo 17-bis del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134.

D.L. 22/06/2012, n. 83

Misure urgenti per la crescita del Paese.

Fonte: legislazione tecnica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.